La Giornata della memoria in un Museo a Bari e in libreria a Bisceglie

  • In BARI
  • gio 17 Gennaio 2019
La Giornata della memoria in un Museo a Bari e in libreria a Bisceglie

Due appuntamenti, tra i tanti organizzati, per il 27 gennaio per ricordare le vittime della Shoah

BARI - Il 27 gennaio ricorre la 14ª Giornata internazionale della Memoria per commemorare le vittime della Shoah e per riflettere sulla strage dell’Olocausto e più in generale tutte le vittime di manifestazioni di intolleranza verso etnie o religioni. Quest'anno, poi, in coincidenza con il centenario della nascita di Primo Levi acquista maggior significato.

Tanti, come sempre, gli eventi in via di organizzazione soprattutto per coinvolgere, informare ed educare le giovani generazioni contro i genocidi e le discriminazioni di ogni genere. Tra queste “Binario 21 – Viaggio della Memoria”, promossa dall’associazione “Marluna Teatro di Trani”, con il supporto organizzativo dell’agenzia Guastella Communication di Bari, in partnership con le guide turistiche di Confguide Bari, e il patrocinio di Regione Puglia, Consiglio Regionale Pugliese, Assessorato alla Pubblica Istruzione, Città Metropolitana e del Comune di Bari, che si svolgerà a Bari nel Museo Archeologico di Santa Scolastica dal 19 gennaio al 9 febbraio 2019.


>


L’iniziativa si ispira al “binario 21” della stazione centrale di Milano da dove partivano i convogli carichi di deportati ebrei diretti ai campi di sterminio nazisti. Dal “binario 21”, il 30 gennaio 1944 circa 650 ebrei, tenuti in prigionia nel carcere di San Vittore vennero condotti ai campi di Auschwitz-Birkenau, il più terribile tra i lager nazisti, e dove solo ventidue di quel “carico umano” riuscirono a tornare vivi dal lager.

L’iniziativa di Bari, “Binario 21”, è  rivolto non solo agli studenti delle scuole medie e superiori, ma a tutto il pubblico della città e dintorni e si articola in tre momenti: una performance teatrale, di 15/20minuti, presentata all'interno di un carrozza di un treno merci, liberamente ispirata alle testimonianze di chi ha viaggiato su uno dei treni partiti dal “binario 21”; una mostra fotografica illustrata da una guida, con testimonianze di lettere e ritrovamenti all'interno dei campi di concentramento di Auschwitz–Birkenau e una installazione video in cui musicisti e cantanti si esibiscono all’interno del campo di concentramento ormai abbandonato in memoria delle vittime dell’olocausto. La mostra sarà inaugurata il 19 gennaio 2019 alle ore 17 e aperta al pubblico da domenica 20 gennaio. Il 26 e il 27 gennaio, il Museo osserverà un’apertura straordinaria, con orario continuato dalle ore 10 alle 21. Ai visitatori verrà offerto un percorso per visitare sia il Museo di Santa Scolastica.

A Bisceglie sarà invece messo in scena lo spettacolo “Il piccolo dittatore”, iniziativa della compagnia “Teatro del Viaggio” in collaborazione con il bookstore Mondadori nelle Vecchie Segherie Mastrototaro. Lo spettacolo (il cui titolo vuole essere un omaggio al “Grande Dittatore” di Chaplin) fa un po’ il verso al cabaret e rimanda alle comiche di una volta. Gli argomenti sono trattati in maniera bizzarra, ma con situazioni e un linguaggio che comunque rimanda sempre alla tragicità degli avvenimenti, in una parabola che punta al riso e termina con la più amara delle constatazioni. Sul palco Gianluigi Belsito, interprete del dittatore, ma anche sceneggiatore e direttore dello spettacolo, insieme con le attrici Maria Lanciano e Michela Diviccaro.

La memoria, il teatro, i libri, la scuola per una incursione nella letteratura per bambini e ragazzi dedicata alla Shoah per uno spettacolo teatrale drammatico e grottesco allo stesso tempo intende commemorare il dramma dell’Olocausto, con l’esasperazione del reale puntando al ghigno e alla derisione. Una festa in maschera, una botta in testa e il signor Adolfo finisce col credere di essere Hitler per davvero. Il fantoccio di un dittatore con una grande paura del “diverso”.

Lo spettacolo si terrà nel Bookstore Mondadori (in via Porto) alle ore 11 del 29 gennaio con replica il 30 gennaio 2019 (per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 080.8091021. Lo spettacolo potrà essere replicato, su richiesta, negli istituti scolastici, basterà contattare la compagnia via email all’indirizzo ilteatrodelviaggio@gmail.com.