Otto eventi al Teatro Giordano con intellettuali e divulgatori

  • In FOGGIA
  • ven 11 Gennaio 2019
Otto eventi al Teatro Giordano con intellettuali e divulgatori

Il programma a firma del direttore artistico Gianna Fratta prevede una ricca e variegata proposta di eventi

FOGGIA - Tutto pronto per la X edizione di Musica Civica con otto eventi in programma dal 19 gennaio al 5 maggio 2019 al Teatro Giordano di Foggia. Gli ospiti, chiamati a raccolta dal direttore artistico Gianna Fratta, sono intellettuali, divulgatori e scrittori di fama come: Alessandro Barbero, Luciano Canfora, Guido Barbujani, Andrea Rivera, Roberto Mordacci, artisti tra i quali Ante Vetma, Anthony Heinl, Claudio Santangelo, Alberto Bocini, Chiara Raimondi, Roberto Molinelli, attori come Giampiero Mancini, Cristian Levantaci, orchestre ed ensemble tra cui le Kardemimmit dalla Finlandia e molto altro.

Ricchissima la proposta musicale che spazia dalla danza acrobatica con gli stupefacenti artisti di Evolution Dance Theatre al teatro con la pièce teatrale di Paravidino “Natura morta in un fosso”, dalla musica sinfonica alla mise en espace di opere come Il telefono di Menotti e la Carmen di Bizet e poi tanta musica con orchestre sinfoniche e gruppi che proporranno dal reggae alle melodie della tradizione finlandese, passando per le celebri composizioni per il cinema di Nino Rota e i grandi brani solistici.

La stagione è ospitata al Teatro “Umberto Giordano”, sul cui palco anche quest’anno arriveranno centinaia di artisti provenienti da diversi continenti, tra musicisti, attori, cantanti e ballerini, che si alterneranno in un suggestivo dialogo tra suoni e parole con intellettuali, scrittori, studiosi e divulgatori di chiara fama.

Dieci anni di musica, teatro, danza, conversazioni, incontri, sempre all’insegna dell’innovazione, della sperimentazione, dello stupore, ma soprattutto ricerca per portare a Foggia i grandi nomi del concertismo internazionale e i grandi intellettuali italiani.

Si parte il 19 gennaio con Luciano Canfora e le sue “Rivoluzioni” unitamente al concerto dell’Orchestra Young del Conservatorio di Foggia con due eccezionali solisti, il marimbista Claudio Santangelo e il pianista croato Ante Vetma. Il 10 febbraio “Nonsense di te!” con Andrea Rivera e all’acrobatico spettacolo “Night Garden” dell’Evolution Dance Theater. Il 10 marzo Guido Barbujani condurrà il pubblico attraverso “Duecentomila anni di migrazioni” fino alle magiche atmosfere finlandesi proposte dal gruppo Kardemimmit in “Sound of the Finnish forest”. Il teatro sarà il protagonista dell’appuntamento fissato il 17 marzo, quando Giampiero Mancini e un nutrito cast di attori porteranno in scena “Natura morta in un fosso” di Fausto Paravidino. Il 31 marzo sarà la volta del cinema con Angela Bianca Saponari che introdurrà alla “grande stagione del cinema italiano” e l’Orchestra Sinfonica OLES, diretta da Eliseo Castrignanò, che si produrrà in uno straordinario omaggio a Nino Rota nel quarantennale della morte, suonando celeberrime colonne sonore.

L’evento del 14 aprile è dedicato al telefono attraverso le riflessioni del filosofo Roberto Mordacci e le note dell’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari con i solisti Grazia Raimondi (violino) e Alberto Bocini (contrabbasso) e le splendide voci del soprano Ripalta Bufo e del baritono Matteo D’Apolito. In programma anche l’esecuzione in prima assoluta di due brani di Alberto Napolitano e Roberto De Nittis. Si parlerà di storia e di come essa abbia influenzato e determinato il nostro presente nella conversazione del 28 aprile con Alessandro Barbero per poi tornare indietro a “L’era di Bob Marley - Il reggae sinfonico” con l’Orchestra Sinfonica della Magna Grecia diretta da Roberto Molinelli e la voce Mitchell Brunings.

Il 5 maggio gran finale con l’opera. Musica Civica proporrà infatti “Histoire de Carmen”, un'originale rivisitazione della Carmen di Bizet, ispirata al racconto originale di Merimè e all'opera dei librettisti Meilhac e Halèvy, con l’attore Cristian Levantaci e l’Ensemble Suoni del Sud diretto da Gianna Fratta. I primi quattro eventi sono in programma alle ore 18, gli altri, dal 31 marzo in poi, in concomitanza con il passaggio all’ora legale, inizieranno alle ore 19.