Altri due giorni per visitare la "Casa della Befana"

  • In FOGGIA
  • gio 10 Gennaio 2019
Altri due giorni per visitare la

Visto il grande successo, nel week end tornano Befana, mercatini e Piazza dei Dolci

ORSARA DI PUGLIA - L’“Epifania tutte le feste si porta via” recita un vecchio detto popolare. Ad Orsara no. La Befana si è trovata così bene nella sua casa appositamente allestita che ha deciso non solo di restare una settimana in più ma anche di incontrare i bambini e tutti coloro che lo desidereranno, i prossimi 12 e 13 gennaio 2019.

Visto il grande successo e la richiesta di tanti visitatori che non sono riusciti lo scorso fine settimana a visitare la “Casa della Befana”, stremati dal maltempo, il Comune di Orsara di Puglia ha deciso di raddoppiare le giornate di permanenza per nuovi ingressi gratuiti. Il tutto, come richiede la giusta atmosfera dell’Epifania, sarà nuovamente arricchito con mercatini e la Piazza dei Dolci per allungare le feste natalizie e godere delle bontà e delle bellezze di Orsara.

La Casa della Befana sarà aperta e visitabile dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16.30 alle 20.30 del 12 gennaio. Contemporaneamente, sempre in piazza Mazzini, saranno presenti le casette di legno dei mercatini e della Piazza dei Dolci. Stessi orari e medesimo programma anche per domenica 13 gennaio. La piazza addobbata a festa tornerà ad immergersi in un’atmosfera d’incanto, mentre la Casa della Befana si presenterà calda, suggestiva, luminosa e oltremodo accogliente per i tantissimi bambini che voranno visitarla e fare due chiacchiere con la grande protagonista dell’evento, magari posando assieme a lei per una foto ricordo e, forse, anche lamentarsi dei doni trovati nella calza o iniziare già ad elencare la lista dei desideri per il prossimo anno. I mercatini saranno pieni di prelibatezze e interessanti quanto allettanti curiosità artigianali di produttori locali, tra enogastronomia e oggettistica, con sottofondi musicali della Befan Band.

Il successo dell'evento, in replica per altri due giorni, è stato opera degli organizzatori e di tutti coloro che hanno collaborato a realizzare una serie di eventi collaterali in tema, tra questi: l’associazione Holladura, l'Azione Cattolica, i produttori, le mamme che hanno collaborato alla Sartoria Sociale per la produzione delle calze e che hanno addobbato il borgo nei giorni scorsi, e ancora i figuranti, i dipendenti comunali, alle forze dell'ordine per la viabilità, alle famiglie giunte da tutta la Puglia e ai tanti bambini che si sono divertiti e hanno partecipato alle attività.

La due giorni in più è un ringraziamento soprattutto per loro. E non c'è miglior modo per dire loro grazie che correre numerosi ancora una volta a godere di questo evento particolare, anche per le date 'fuori stagione'.