L’Amministrazione rilancia il bando per agevolare l’imprenditoria

  • In BARI
  • mer 09 Gennaio 2019
L’Amministrazione rilancia il bando per agevolare l’imprenditoria

Nuovi crediti agevolati e contributi a fondo perduto per idee innovative da realizzare

GRAVINA IN PUGLIA - Un’idea per far cresce Gravina in Puglia: è quanto chiede l’Amministrazione comunale ai gravinesi di età compresa tra i 18 e i 40 anni. Già sperimentata con successo nel 2015, l’iniziativa prevede un credito agevolato e contributi a fondo perduto per realizzare progetti innovativi attraverso la creazione di imprese o il potenziamento di quelle già esistenti. Tre gli ambiti scelti: tutela e valorizzazione del territorio gravinese; sviluppo della conoscenza e dell’innovazione; e inclusione sociale e cittadinanza attiva.

Con “La mia idea per far crescere Gravina”, su proposta dell’Assessorato alle Politiche giovanili, guidato da Claudia Stimola, la Giunta comunale di Gravina, presieduta dal sindaco Alesio Valente, ha istituito un fondo grazie ad un’intesa con la Banca Popolare di Puglia e Basilicata (Bppb) al fine di favorire l’economia ed il lavoro.


>


Il bando prevede l’elargizione (per i progetti a più alto tasso di innovazione) anche di un contributo a fondo perduto. L’Amministrazione comunale stanzierà 45.000 euro, mentre la Bppb, partner dell’operazione, offrirà il credito agevolato.

«Da quando ci siamo insediati – commenta il primo cittadino, Valente – siamo impegnati a sostenere e promuovere i giovani talenti della nostra terra. Intendiamo proseguire su questa strada, per fare in modo che Gravina possa godere del frutto di idee in grado di cambiarne il volto creando anche posti di lavoro».

Già pubblicato nei giorni scorsi il bando riservato a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 40 anni residenti da almeno un triennio in città ed a ditte, società e cooperative con sede operativa a Gravina. L’accesso agevolato al microcredito consentirà di ottenere finanziamenti chirografari assistiti dal Fondo di Garanzia per un importo massimo di 25.000 euro, rifinanziabile fino a 35.000 euro in caso di regolare pagamento delle ultime sei rate e sulla base dello sviluppo del progetto, attestato dal raggiungimento dei risultati programmati. «Al finanziamento – ricorda l’assessore Strimola - si aggiungerà il contributo a fondo perduto erogato dal Comune: 9.000 euro per i primi classificati, 5.000 per i secondi, 1.000 per i terzi».

Le domande e le schede progettuali, corredate della documentazione richiesta ed indirizzate all’Assessorato Politiche Giovanili del Comune di Gravina in Puglia, dovranno pervenire inderogabilmente entro le ore 12 del 4 febbraio 2019, per posta raccomandata o celere oppure a mano, mediante consegna diretta all’Ufficio di Protocollo Generale. Dopo la scadenza del termine di presentazione, sarà istituita una Commissione di tre membri, composta dai rappresentanti degli enti partner, che valuterà preliminarmente la sussistenza dei requisiti formali e le potenzialità delle iniziative ammesse, provvedendo alla formazione e pubblicazione della graduatoria.

Il bando integrale e la modulistica sono disponibili sul sito internet del Comune di Gravina.