In attesa del concerto di fine anno, la Notte bianca dell'Archeologia

In attesa del concerto di fine anno, la Notte bianca dell'Archeologia
TARANTO La Necropoli di via Marche

Annunciati altri cantanti per la sera del 31 dicembre e reso noto il programma dell’evento del 29 dicembre

TARANTO - Sarà Alessandra Machella, rivelazione dell’ultima edizione di "The Voice of Italy", ad aprire il Capodanno Tarantino prima dell’arrivo sul palco dei grandi Elio e le Storie Tese. Alessandra Machella, incredibile polistrumentista, grazie ad uno dei palchi più importanti della tv italiana è riuscita a reinterpretare brani del panorama musicale italiano per poi aprirsi un mondo che porta sempre con sé nei live “One Girl Band”, spettacoli in cui si muove da sola sul palco con pedaliere e loop station, arrangiando ed eseguendo in tempo reale pezzi suoi e hits italiane e internazionali.

Il video della sua blind-audition, dove ha reinterpretato “Andiamo a Comandare” di Rovazzi, ha circa 700.000 visualizzazioni ed è secondo in tendenze sul canale YouTube ufficiale di “The Voice of Italy”.

Accanto a lei, sul palco ci sarà Davide Chiarelli batterista e percussionista salentino che vanta diverse collaborazioni importanti, come quella, tuttora attiva, con Al Bano, e poi con Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar, Patty Pravo e Pino Ingrosso, con cui il 22 agosto 2015 ha aperto il concertone della “Notte della Taranta” di Melpignano. A chiudere lo show, per restare a festeggiare e ballare in piazza ancora un po’, salirà il dj Spilo from Sound Department.

Ma in attesa del concerto di fine e inizio d’anno, la città di Taranto si prepara a vivere una “notte bianca” all’insegna dell’archeologia. Questo appuntamento, in programma domani 29 dicembre 2018 con inizio alle ore 18, vedrà ospite d’eccezione l’attore Ettore Bassi con un esclusivo reading teatrale tra i grandi classici della letteratura. La sua interpretazione (ore 20, replica ore 22) sarà un viaggio emozionale nella Taranto greco-romana.

Per tutta la notte il fascino di storia antica sarà arricchita da arte visiva, teatro, cibo di un tempo, musica, giochi per i bambini e visite guidate nelle ‘viscere’ della città di Taranto.

La seconda edizione della manifestazione, che già lo scorso anno ha registrato una grandissima affluenza di pubblico, avrà un percorso di archeologia urbana snodarsi in sei siti di grande rilievo storico: la Necropoli di via Marche, le Tombe a camera di via Sardegna, via Umbria, via Pasubio e via Pio XII, e la Cripta del Redentore di via Terni, resi fruibili grazie alla disponibilità della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto. L’evento è organizzato da Taranto Sotterranea e associazione Terra, con il patrocinio e sostegno del Comune di Taranto. Le visite saranno coordinate da guide turistiche specializzate. Il pubblico inoltre potrà godere delle note di “Sud in festa” (ore 21), concerto di musica popolare, e del buon cibo con prodotti e bevande tipiche magno greche, ci sarà anche uno spazio per l’arte con le installazioni “Sacralia, dal mito ellenistico alla cristianità” di Maria Teresa Sorbara e Lucia Rotundo e la mostra fotografica “Metamorfosi del paesaggio urbano” di Pierfrancesco La Fratta e Francesca Razzato. Per i più piccoli c’è l’Arkeo Kids: giochi ed attività per imparare divertendosi.

I ticket sono disponibili presso la Necropoli via Marche (per informazioni telefonare al 347.6122488 o visitare la pagina Facebook Taranto Sotterranea.