Sei location per la seconda edizione di Bibart la biennale d’arte

  • In BARI
  • ven 14 Dicembre 2018
Sei location per la seconda edizione di Bibart la biennale d’arte

In esposizione opere di tre maestri italiani neorealisti e di oltre 160 artisti del mondo in concorso

BARI - Sono più di 160 gli artisti che, provenienti da sei diversi Paesi, parteciperanno alla seconda edizione di Bibart Biennale Internazionale d’arte in programma a Bari dal 15 dicembre 2018 al 19 gennaio 2019 e realizzata da Aps Federico II Eventi
di Bari. La retrospettiva è dedicata, questa volta, a tre grandi maestri del ‘900, i neorealisti: Renato Guttuso, Luigi Guerricchio e Antonio Bibbò e avrà sei location pronte per ospitare le opere.

Si inizia il 15 dicembre alle ore 16 con l’inaugurazione dell’evento nell'ex Palazzo delle Poste (piazza Cesare Battisti) ora Centro Polifunzionale dell'Università di Bari e tra le sedi della mostra insieme con la Chiesa di Santa Teresa dei Maschi, il Succorpo della Cattedrale di San Sabino, la sede dell’Arciconfraternita del Carmine nel borgo antico della Città; il teatro polifunzionale Anche Cinema dove saranno esposte le opere degli artisti in concorso provenienti da Spagna, Grecia, Armenia, Svezia e Ucraina, oltre che dall’Italia, e tutte ad ingresso libero, mentre nella Chiesa della Vallisa sarà allestita la mostra dedicata ai Grandi Maestri e avrà l’ingresso a pagamento (5 euro a persona il biglietto intero, ridotto a 3 euro per scuole, università e over 65).

L’iniziativa è una grande scommessa, un progetto nato dal basso nato con l'intento di aprire le porte ad un dialogo tra arte antica e contemporanea, trasformando chiese e luoghi non convenzionali, spesso chiusi, in luoghi di esposizione e confronto. Bibart è anche spettacolo e letteratura con numerosi appuntamenti ad ingresso gratuito in calendario tra cui presentazioni di libri, proiezioni di documentari, conferenze e performing art.

La mostra, come ogni sede espositiva, sarà visitabile per tutto il periodo della Biennale, con particolare attenzione agli studenti delle scuole di Bari, e non solo, per favorire la conoscenza di questi artisti e delle loro opere mediante approfondimenti sulla storia a loro contemporanea. La Biennale 2018 si arricchisce di ulteriori voci, in particolare del “Premio letterario per racconti brevi” dedicato a Vittorio Stagnani, scrittore e giornalista barese scomparso recentemente; la proiezione di documentari d’arte degli archivi delle Teche Rai; la sfilata delle maschere antropoligiche di Tricarico a cura della Pro Loco di Tricarico. In questa edizione è stata aperta la sezione Bibart Contest Young, per i giovani artisti degli dei licei artistici e delle Accademie di BelleArti italiani. Dieci i giovani artisti selezionati provenienti dalle Accademie di Belle arti di: Napoli, Firenze, Roma, Lecce, Venezia, Foggia, Bari e licei artistici di Bergamo, Fano, Nardò e la giovanissima realtà scolastica dell’ I.C. “Davanzati Matromatteo” di Palo del Colle.

Il primo appuntamento è per il 19 dicembre alle ore 17 dell’Arciconfraternità del Carmine dove sarà proiettato un documentario sulla storia dell’arte a cura di Rai Teche (nuovo appuntamento stessa ora stessa sede il 27 dicembre, il 2, il 9, il 18 e il 23 gennaio), mentre il 21 dicembre alle ore 18 nella sede della Fondazione Giuseppe Tatarella, sarà presentato il libro “Il cielo sopra la musica” di Alessandro Zignani che sarà presente insieme con il maestro Nicola Scardicchio. La performing art “L’acqua e la funtana” con il Teatrino Garganico di Dada Lupe si terrà invece il 29 dicembre, con inizio alle ore 17, nell’Auditorium Federico II eventi e non sarà l’unica. Il 12 gennaio è invece in programma la sfilata delle maschere antropologiche di Tricarico, dalle ore 18 alle 20, lungo le vie del quartiere Murat e nel borgo antico, l’evento è a cura della Proloco di Tricarico. L’intero programma è pubblicato sul portale web di Bibart Biennale.
La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 13 e dalle ore 16 alle 20 (resterà chiusa in tutte le location il 24, il 25 ed il 31 dicembre e il 1° gennaio).

La cerimonia di premiazione del concorso “Bibart Young”, il contest dedicato agli studenti dei licei artistici e delle Accademie delle Belle Arti si svolgerà nella sede della Fondazione Giuseppe Tatarella il 25 gennaio con inizio alle ore 18. Nella stessa location, il giorno dopo, con inizio sempre alle ore 18, avrà luogo la premiazione del concorso letterario nazionale “Vittorio Stagnani”. Infine il 30 gennaio, nell’ex Palazzo delle Poste, la cerimonia di premiazione della seconda edizione di Bibart Biennale Internazionale d’arte con inizio alle ore 17.

Bibart non è solo arte e cultura ma anche impegno sociale che si concretizza nel sostegno alla Fondazione Alessandra Bisceglia “W Ale Onlus”, organizzazione no profit che ha come scopo lo studio e la cura delle gravi anomalie delle malattie vascolari, mediante l’istituzione di un Premio Bibart dedicato ad Alessandra Bisceglia, riconosciuto ad un giovane artista.