Per San Nicola tanti eventi con la novità del Villaggio a lui dedicato

  • In BARI
  • mer 05 Dicembre 2018
Per San Nicola tanti eventi con la novità del Villaggio a lui dedicato

Tradizioni e novità insieme per avviare le feste di Natale nel capoluogo della Puglia

BARI - Il momento dell’avvio dei festeggiamenti per Natale 2018 con le tradizionali Sante Messe all’alba in onore di San Nicola, da molti ritenuto il ‘vero’ Babbo Natale nel mondo, è finalmente arrivato con tanti riti baresi e novità.

Nel giorno dei festeggiamenti del Santo Patrono, in cui la città di Bari onora San Nicola e dà il via alle feste natalizie, a partire dalla messa all’alba nella Basilica a lui dedicata, nella città vecchia, ci saranno, quest’anno, il rito dell’accensione del grande albero allestito in piazza Ferrarese da Amgas srl, con la Fiaccolata di San Nicola e l’inaugurazione del primo Villaggio di San Nicola, allestito alla Fiera del Levante (previsto per il 7 dicembre), il tutto preceduto dalla veglia con i bambini di questa sera.

Si inizia dunque oggi, 5 dicembre alle ore 17, sul sagrato della Basilica di San Nicola, dove i bambini, accompagnati da genitori, nonni e zii, potranno accendere una candela, esprimere un desiderio e ricevere un bicchiere di cioccolata calda in attesa che San Nicola, come accade in tanti paesi del mondo, ma anche in Puglia tra cui Molfetta, porti loro i regali. La veglia “Aspettando San Nicola”, alla quinta edizione, è organizzata dalla Fondazione Myrabilia e si svolge dalle ore 17 alle 20, al fine di unire, seppur idealmente, tutti i bambini che in Belgio, Francia, Inghilterra, Olanda, Stati Uniti e in tante altre nazioni del mondo, il 6 dicembre festeggiano l’arrivo di San Nicola.

A Bari sarà una festa di condivisione, tra emozione e creatività per tutti i bambini. Per partecipare basterà portare una candelina e contribuire alla composizione collettiva, tutta da scoprire al momento, di una grande immagine luminosa, disegnata, per questa quinta edizione, dall’illustratore svedese Johan Thörnqvist e affidare i propri pensieri e desideri ad una personalissima lettera indirizzata a San Nicola. Si aspetterà, tutti insieme, l’arrivo del Protettore dei bambini in sella al suo cavallo bianco, accompagnato da un corteo di musici e timpanisti della Militia Sancti Nicolai, che partirà alle ore 18 dal Castello Svevo (dove nei prossimi giorni sarà inaugurato il Munbam, mostra permanente sul Santo di Myra dedicata ai bambini) per raggiungere la Basilica. Durante il pomeriggio, i partecipanti potranno ripercorrere le tracce della storia medievale di Bari e conoscere le forme della devozione popolare al Santo prenotando le visite guidate organizzate (due i turni previsti alle 16.30 e alle 18.30 dall’associazione Tou.Play). Alle 19, infine, in piazza San Nicola, a conclusione dell’evento l’esibizione corale dell’associazione musicale “InCanto” di Mola di Bari.

L’iniziativa, che ha ricevuto il contributo dell’Unione Europea, della Regione Puglia, del Comune e della Camera di Commercio di Bari e il patrocinio, tra gli altri, della Basilica di San Nicola e del Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, sarà inoltre occasione per la tradizionale vendita dei San Nicola di Cioccolato: un progetto di solidarietà promosso dalla Fondazione Myrabilia con l’associazione “Made in Carcere” e l’istituto penitenziario minorile Fornelli, per raccogliere fondi in favore dei progetti dell’associazione “Famiglia Dovuta”, che da circa trent’anni si prende cura dei bambini e dei ragazzi ovunque si trovino.

Domani, 6 dicembre, si svolgerà la XXVI edizione della Fiaccolata Nicolaiana organizzata dal Circolo Acli-Dalfino, dall'associazione sportiva “Quelli della Pineta”e dall'associazione “Road Runners Club”. Tre i cortei che partiranno in contemporanea alle ore 5,20 da tre diversi punti della città:pineta San Francesco, Parco 2 Giugno e Parrocchia di San Francesco d’Assisi a Japigia, per incontrarsi alle ore 6 nella Basilica di San Nicola dove il padre priore terrà un momento di preghiera. Quindi tutti in via San Marco per una cioccolata calda e savoiardi e per chi vorrà, un salto al presepe, dedicato quest’anno ai giornalisti, realizzato da Acli-Dalfino.

E poi appuntamento alle ore 20 in piazza del Ferrarese dove è stato realizzato il “Christmas Garden” dall’Amgas, un grande giardino natalizio a forma di stella composto da piante naturali e abeti ma anche essenze arboree, per regalare a baresi e turisti un caloroso ed emozionante Natale, e l’accensione del grande albero di Natale, 14 metri illuminati con centomila led a luce calda, nella piazza simbolo del borgo antico che ospiterà anche un doppio palco di 98 metri quadri trasformato in un grande pacco regalo. L’impatto visivo sarà straordinario così come magico sarà il medley sonoro dei più famosi brani natalizi che riecheggeranno nella piazza grazie a un impianto di filodiffusione.

Madrina d’eccezione dell’accensione sarà Nicoletta Tinti, ex ginnasta olimpica, costretta sulla sedie a rotelle a causa di un’ernia discale, il cui esempio di vita testimonia la capacità innata di illuminare i momenti bui grazie al coraggio e alla determinazione. Lo spettacolo vedrà la partecipazione straordinaria della compagnia di danza ‘EleinaD.’ con la campionessa mondiale di danza aerea Claudia Cavalli e il coreografo Vito Cassano, entrambi collaboratori della compagnia internazionale di danza Kataklò. La colonna sonora dell’evento sarà curata dalla grande orchestra polifonica “Enrico Annoscia - Città di Bari”, con un coro di 24 elementi e un ensemble di 20 musicisti impegnati nell’esecuzione di un repertorio prettamente natalizio.

Il 7 dicembre, invece, alla Fiera del Levante sarà inaugurato il primo Villaggio di San Nicola, e per l’occasione arriverà Lorenzo Branchetti, volto amato dalle bambine e dai bambini per le sue performance televisive ed ora protagonista di Natale con “Yoyo” su Rai Yoyo. L’attore si esibirà con il suo spettacolo dalle ore 19, ma dal mattino nel villaggio dedicato al Santo Patrono di Bari e amico di tutte le genti, decine saranno gli eventi, i laboratori e gli spazi di racconto e di discussione che si susseguiranno tutto il giorno.

Le bambine ed i bambini potranno contare su un nuovo luogo magico da visitare, che alla suggestione natalizia aggiunge i messaggi di inclusione e solidarietà che solo San Nicola sa raccontare. L’idea è nata dal fatto che in molti paesi del mondo il Santo Vescovo di Myra porta doni ai bambini e difende i deboli e coloro che subiscono ingiustizie, proprio come Babbo Natale che, secondo alcuni, sarebbe ispirato proprio al Santo Protettore di Bari. “Il Villaggio di San Nicola” è un borgo multietnico, ludico e didattico insieme, in cui adulti e bambini hanno la possibilità di conoscere e respirare la storia di San Nicola confrontandosi con le tradizioni dei Paesi che più lo amano e lo venerano, ma anche di tutti quei popoli stranieri che il Santo Patrono di Bari ci ha insegnato ad amare e ad accettare. Il cibo sarà il grande protagonista di tutte le relazioni che si costruiranno nel quartiere fieristico tra scintillanti luci di Natale, musiche meravigliose e profumi invitanti.

Tra realtà e rappresentazione, la figura di San Nicola, da sempre riconosciuta vicina ai più piccoli, sarà al centro di mostre, installazioni artistiche, laboratori educativi, incontri, percorsi enogastronomici della tradizione popolare italiana e internazionale, racconti di popoli e di genti del Mediterraneo, attività culturali ed eventi di spettacolo di cui presto vi forniremo un dettaglio, insieme all’indicazione degli attori principali che stanno collaborando alla realizzazione di questo grande evento che per Bari rappresenta un pezzo di storia nuova.

Ci saranno, tra l’altro, La grande Festa dei Giganti, Show Cooking per bambini con Cucina Mancina ed altri con pietanze di tutto il mondo, Le Stelle di Hokuto in concerto, Spettacolo interattivo di danze medievali, Coro Gospel Just a Little Soul Chorus, spettacoli interattivi di danze di varie parti del mondo, Gli sbandieratori di San Nicola, le mostre fotografiche “Am’ a sci’ a la Caravélle”, “Bari e San Nicola”, “Sguardi su San Nicola”, la proiezione del film “Nicola lì dove sorge il sole” e del cartone animato “Nicolhouse”, Tombolata coi popoli. Non mancheranno iniziative delle associazioni di volontariato che lavorano sul territorio per favorire l’integrazione tra popoli e la conoscenza delle diverse culture che arricchiranno la kermesse con: I giochi di una volta, San Nicola di tutti, Costruiamo l’angelo della pace, I costumi per San Nicola, Mamme del Mondo a colori, I volti di San Nicola trucchi e acconciature storiche, Artigianato natalizio e di tradizione, Impara i mandala, Gnomi e lanterne del bosco di San Nicola, Spazio selfie con San Nicola e tanto altro.

Il Villaggio sarà visitabile sino al 20 dicembre, per tutto il ponte dell’Immacolata dal 7 al 9, e poi dal 15 al 20 dicembre, dalle ore 9.30 alle 13 e dalle 17 alle 20.30 (parcheggio gratuito).


Articoli più letti