Tre pugliesi tra i vincitori per il miglior panettone tradizionale

  • In BARI
  • mar 06 Novembre 2018
Tre pugliesi tra i vincitori per il miglior panettone tradizionale
TURI La giuria tecnica del concorso

Sono di Locorotondo, Putignano e Bovino. Hanno portato a casa quattro premi in tutto

TURI - Doppio premio per il pasticcere di Locorotondo, Vito Micoli, uno per il collega Luigi Giannotti di Bovino ed un altro a Josè Lerario di Putignano, alla seconda edizione di “Mastro Panettone”, svoltasi a Turi ed organizzata da Goloasi.it che riunisce maestri pasticceri provenienti da tutta Italia per scegliere e premiare il panettone artigianale, tradizionale o al cioccolato, più buono dell’anno.

Il pasticcere Vito Micoli di “Dolce Passione” si è classificato secondo nella categoria “Miglior panettone artigianale creativo al cioccolato” dopo Annibale Memmolo di Mirabella Eclano (Avellino) e prima dell’altro pugliese vincitore, giunto terzo nella stessa categoria, Luigi Giannotti della pasticceria “Giannotti” di Bovino. Sempre Micoli ha ricevuto un riconoscimento per il “Miglior Packaging” con il contest Facebook, mentre il premio della giuria popolare per il panettone al cioccolato più buono è andato a Josè Lerario del “Caffè Roma” di Putignano.


>


Nella categoria “Miglior panettone artigianale tradizionale” i premi sono stati così assegnati: primo posto a Francesco Borioli di Stallavena (Verona), secondo Bruno Andreoletti di Brescia e terzo Giuseppe Mascolo di Visciano (Napoli) che ha vinto anche il premio della giuria popolare.

Grande la partecipazione registrata per l’evento conclusosi ieri, 5 novembre, e che ha visto trionfare tre pasticceri pugliesi. Per la giuria il compito di assegnazione dei premi si è rivelato un lavoro non facile, vista l’elevato standard qualitativo dei panettoni in finale (17 quelli artigianali e 20 quelli al cioccolato), da parte delle due giurie, quella tecnica di esperti e quella popolare di qualità, che hanno dovuto giudicare i panettoni sulla base del rispetto del disciplinare e sulla creatività (per quello al cioccolato), del peso, della qualità degli ingredienti, del gusto, della forma, della sofficità, del profumo, dell’alveolatura, del taglio e della cottura.

Anche il pubblico ha potuto apprezzare la qualità dei panettoni 2018 e prepararsi così ad aggiungere sulle proprie tavole questi dolci artigianali grazie al percorso di degustazione che gli ha permesso di di scoprire, assaggiare ed acquistare le buone rivisitazioni di questo famoso dolce della tradizione realizzate come da regolamento del concorso con lievito madre e di canditi senza anidride solforosa.