Inaugurato il primo reparto di Pneumologia

Inaugurato il primo reparto di Pneumologia

All’Ospedale Moscati colmato il gap della Sanità pubblica con un modello innovativo

TARANTO - Per ora ci sono soltanto 10 posti letto ma il piano di riordino regionale ne prevede sino a 20. Ad ogni modo finalmente la città di Taranto ha un reparto di Pneumologia ed è stato inaugurato questa mattina nell’Ospedale Moscati dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Nonostante la provincia ionica sia tra quelle con il maggior numero di patologie polmonari, quali ad esempio quelle croniche infiammatorie e tumori, non aveva ad oggi un reparto dedicato.

Il nuovo reparto, che sarà diretto dal dottor Giancarlo D’Alagni, costituirà un modello innovativo di integrazione tra ospedale e territorio. Saranno attivi medici ospedalieri e medici territoriali, che lavoreranno fianco a fianco in funzione di una più efficace presa in carico del paziente e di una più coerente e soddisfacente continuità assistenziale. In altri termini, il progetto prevede la presa in carico del paziente nel suo percorso di cure dall’ospedale fino al domicilio, e ha l’obiettivo di garantire una precoce deospedalizzazione per il malato, con la possibilità di ottimizzare l’utilizzo dei posti letto.


>


L’attivazione dell’Unità Operativa Complessa di Pneumologia, con degenza ospedaliera nel pubblico, rappresenta per la provincia di Taranto un evento epocale, perché finalmente si è fatta giustizia di un diritto negato alla città ed alla provincia, afflitta da un inquinamento ambientale che ha causato un’elevata incidenza delle patologie polmonari croniche infiammatorie, soprattutto oncologiche. Lo sforzo prodotto dalla Regione e dalla Direzione dell’Asl Taranto consente di colmare il gap della Sanità pubblica.

L’evento è stato occasione per presentare 20 nuovi dipendenti della partecipata in house dell’Asl Taranto “Sanitaservice Asl Ta”, che hanno avviato il percorso di stabilizzazione. Già nel 2017 si era proceduto al passaggio da part time a full time di 143 lavoratori, assegnati allo svolgimento del crescente fabbisogno di ausiliariato a supporto di Asl Taranto, nonché alla copertura e sostituzione dei lavoratori cessati. Con deliberazione n. 273/2018, l’Asl di Taranto ha internalizzato il servizio di pulizia presso le sedi dei Distretti Socio Sanitari, 2 a Massafra e 5 a Martina Franca, ed il Presidio Ospedaliero di Martina Franca. Dal 1° agosto 2018 sono stati assunti 20 dipendenti con profili orari diversi provenienti da esperienze di lavoro, quali soggetti svantaggiati, svolte nelle cooperative sociali “Eureka” e “Girasole”. Per questi dipendenti il programma di internalizzazione prevede un rapporto di partenariato tra il Dipartimento di Salute Mentale della stessa Asl di Taranto e Sanitaservice Asl Ta, definito attraverso un protocollo di intervento che coinvolge operatori delle due strutture, al fine di monitorare ed accompagnare continuamente il lavoro dei 20 ausiliari.

Nella stessa giornata è stata pure ridefinita la struttura di Oncologia. Infatti, l’Ospedale Moscati risulta essere hub del Dipartimento Oncologico Jonico Adriatico. Presso la struttura sono operativi i Gruppi di Patologia Multidisciplinare, che risultano uno strumento operativo della stessa rete oncologica e che consentono al paziente di avere in un'unica seduta la valutazione polispecialistica con la presa in carico diagnostica - terapeutica. È in fase di organizzazione l'altro strumento operativo della stessa rete (il Coro) al quale il paziente potrà rivolgersi direttamente per ogni sospetto o problema oncologico.