Biblioteche ed Archivi Storici aperti per la “Domenica di carta”

  • In BARI
  • ven 12 Ottobre 2018
Biblioteche ed Archivi Storici aperti per la “Domenica di carta”
BARI L'ex Macello Comunale sede oggi della Biblioteca Nazionale e dell'Archivio di Stato

Mostreranno preziosi documenti qui conservati, a Bari previsto anche un concerto musicale

BARI - La prossima domenica, 14 ottobre 2018, sarà ricca di eventi soprattutto culturali. Oltre alla Giornata del Fai, alle iniziative del Famu, c’è anche la manifestazione nazionale “Domenica di carta 2018” alla quale diversi Comuni della Puglia hanno aderito (per conoscerli tutti basta visitare il sito web dei Beni Culturali).

Promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Mibac) l’iniziativa è finalizzata alla conoscenza dei luoghi storici della memoria e del patrimonio in essi contenuti, attraverso l’apertura straordinaria delle Biblioteche e degli Istituti archivistici. La manifestazione è pensata per promuovere accanto ai musei popolati di statue e dipinti, e le aree archeologiche dei reperti preziosi, anche i ‘monumenti di carta’, edificati su un patrimonio altrettanto rilevante e copioso, ben custodito in biblioteche antiche o moderne e negli Archivi di Stato, promuovendone la conoscenza ad un pubblico quanto più ampio possibile.

L’edizione 2018 della manifestazione vedrà la partecipazione, tra gli altri dell’Archivio di Stato - Sezione di Barletta che affiancherà nell’organizzazione degli eventi la Biblioteca Comunale ”Sabino Loffredo”. Quest’ultima aprirà in via straordinaria già dalle ore 10 del 13 ottobre ed alla stessa ora il 14 ottobre, sino alle 13 e dalle ore 16 alle 19 di entrambe le giornate, al fine di valorizzare e far conoscere il ricco patrimonio librario e documentario e promuovere i servizi bibliotecari.

Nell’occasione sarà possibile visitare due esposizioni di notevole importanza storico-culturale. La mostra bibliografico-documentaria dal titolo “Barletta, i documenti…la storia” con l’esposizione di documenti e materiale bibliografico di particolare pregio appartenenti al patrimonio della Biblioteca e dell’Archivio di Stato riguardanti la storia cittadina dagli inizi del millennio fino ai giorni nostri. Sarà inoltre visitabile la mostra “J.R.R. Tolkien e il suo tempo“ curata dal saggista e collezionista Oronzo Cilli, riguardante testi appartenuti allo scrittore, filologo e accademico britannico John Ronald Reuel Tolkien, con le prime edizioni delle sue maggiori opere, Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, e volumi posseduti da studiosi e autori, amici di Tolkien. I visitatori, accolti da personale qualificato, saranno accompagnati lungo il percorso espositivo delle mostre e avranno, così, la possibilità di visitare la struttura bibliotecaria posta all’interno del Castello e conoscere i servizi bibliotecari in essere.

Ad aprire le porte al pubblico (dalle ore 9 alle 13), saranno tre luoghi culturlai a Bari: Palazzo Sagges, la Biblioteca Nazionale "Sagarriga Visconti Volpi", tutti in via straordinaria, insieme con l’Archivio di Stato di Bari che si mostrerà in una nuova ‘veste’ mai vista prima d’ora grazie ad un grandevolissimo accompagnamento musicale. Il 14 ottobre ci sarà una Non Stop Musicale itinerante per i corridoi dell'Archivio di Stato di Bari (via Pietro Oreste, ex Macello Comunale) ed il grande concerto “Charta Cantat” a cura dell'EurOrchestra di Bari, nel solco di una collaborazione iniziata lo scorso anno e che continuerà per tutta la stagione 2018-2019. Con ingresso gratuito, sarà possibile ascoltare musiche di Vivaldi, Mozart, Gluck, Bach, Piccinni, Mascagni, Marcello e Rota che i musicisti dell’orchestra diretta dal maestro Francesco Lentini eseguiranno per accompagnare i visitatori. Le esecuzioni dal vivo dei musicisti impreziosiranno le visite guidate tra i corridoi e gli archivi del palazzo, alla scoperta di alcuni dei documenti più preziosi e significativi di quelli conservati nel capoluogo pugliese come le immagini di codici liturgici, i paesaggi campestri e boschivi, i luoghi di commercio con l'oriente, i figurini di divise ottocentesche, i progetti architettonici e i documenti sulle leggi razziali. Dalle ore 10 alle 11.30 si esibiranno i solisti, e subito dopo (ore 11.30-12.30) ci sarà il grande concerto eseguito dall’EurOrchestra diretta dal maestro Lentini.

A mostrare importanti documenti storici ci sarà anche la Biblioteca Comunale “Giovanni XXIII di San Vito dei Normanni, con apertura straordinaria domenica 14 dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30 per esporre alcuni tra i documenti più antichi e preziosi: cinquecentina, una seicentina, i libri autografati da papa Giovanni XXIII e dal presidente Segni (tra i primi a essere donati alla Biblioteca Comunale quando fu ricostituita nel 1963), i manoscritti di Leonardo Leo (insigne musicista Settecento, illustre concittadino), alcune antiche riviste e altri documenti che possono ben considerarsi “monumenti di carta”, tutto con ingresso gratuito.


Articoli più letti