La Capitanata vanta uno dei migliori mieli biologici d’Italia

  • In FOGGIA
  • ven 05 Ottobre 2018
La Capitanata vanta uno dei migliori mieli biologici d’Italia

Premiati gli apicoltori Enzo Pavone e Daniela Iannelli al “Premio Grandi Mieli d’Italia

SANNICANDRO GARGANICO - Una “Goccia d’Oro” è stata attribuita al miele di Marruca Bio, prodotto a Sannicandro Garganico dall’azienda “Apina la Regina del Miele”, concorrente tra i migliori mieli biologici di produzione nazionale al “Premio Grandi Mieli d’Italia - Giulio Piana”, giunto alla XXXVIII edizione. Gli apicoltori pugliesi Enzo Pavone e Daniela Iannelli hanno ricevuto l’ambito riconoscimento a Castel San Pietro Terme (Bologna).

Questo riconoscimento non è il primo per l’azienda e gli apicoltori pugliesi poiché già lo scorso anno erano stati insigniti di tre premi al “Biol Miel”. Questa dunque è la conferma di una vera eccellenza dauna che arriva in Capitanata.


>


La “Goccia d’Oro” è stata assegnata lo scorso 16 settembre all’azienda foggiana “Apina Regina del Miele”, neonata azienda degli storici apicoltori della provincia della famiglia di Assunta Iannelli di Lucera. La famiglia Pavone-Iannelli ha partecipato al concorso per la selezione dei migliori mieli di produzione nazionale con l’uniflorale estivo di marruca, prodotto nella zona di Sannicandro Garganico. Si tratta dell'ennesimo riconoscimento per l'azienda guidata dai coniugi Enzo Pavone e Daniela D'Amato. Lo scorso anno, alla durissima selezione di Biol Miel erano riusciti a conquistare due medaglie d’oro ed una d’argento, per tre diverse produzioni di millefiori bio.

Promosso dall’Osservatorio Nazionale Miele, il concorso Grandi Mieli d'Italia è un premio prestigiosissimo cui partecipano centinaia di apicoltori provenienti da tutta Italia. Tre le sezioni dedicate: Mille mieli, dedicato ai mieli multiflorali, i Grandi mieli di Sicilia, riservato alle produzioni siciliane e i Mieli da apicoltura biologica. Tra i 1.124 i mieli presentati alla selezione, 426 sono stati quelli premiati (16 con 3 Gocce d’Oro, 158 con 2 Gocce d’oro e 252 con 1 Goccia d’oro). Ogni campione è stato analizzato, così come previsto dal bando, da tre diversi laboratori specializzati per le analisi chimiche e organolettiche, sottoposto ad analisi sensoriale (gustativo, olfattivo e tattile) da parte di 75 esperti iscritti all’albo nazionale, riuniti in 15 giurie. I mieli selezionati sono premiati con Una, Due e Tre Gocce d'Oro.

“Siamo orgogliosi di questo nuovo premio, è un riconoscimento assegnato al nostro lavoro, perché prima di tutto siamo allevatori di api - racconta Vincenzo Pavone - Ai nostri alveari ci dedichiamo quotidianamente, e la produzione di miele è solo una parte di un lavoro complesso ma estremamente affascinante”.

La stessa azienda, come già avviene per i vini ed i ristoranti di eccellenza italiana, entrerà di diritto nella guida annuale pubblicata da Grandi Mieli d'Italia, “la Guida Tre Gocce d’Oro” dove sono riportate le indicazioni dei mieli e dei produttori premiati nonché dei territori di produzione. Non solo. Per conoscere i migliori mieli d’Italia, ci sono anche una App e la georeferenziazione per poter raggiungere l'apicoltore nella regione e nella zona desiderata. Andando a trovare nell’azienda di produzione i vincitori si potrà gustare miele puro, senza additivi ed antibiotici, naturale al 100%, e made in Capitanata.

Insieme con questa azienda di Sannicandro Garganico, sempre nella provincia di Foggia ha conquistato 2 Gocce d'Oro nella categoria Ferula l'azienda "Mieli Papagna" di Manfredonia; mentre in terra di Bari sono 9 premiati, tra cui una con 3 Gocce d'Oro nella categoria "Trifoglio" è stata premiata l'Azienda Apistisca "La Percheronza" di Acquaviva delle Fonti; due le aziende premiate in territorio di Brindisi tra cui "Alveare Bianco" di Ostuni con due Gocce d'Oro per la categoria "Millefiori"; 5 a Lecce tra le quali spicca per 3 Gocce d'Oro assegnate la Società Agricola "Il Girasole" di Magliano per la categoria "Ciliegio"; e 7 per Taranto con le due a cui sono state attribuite 2 Gocce d'Oro, entrambe per la categoria "Millefiori" e sono prodotte da Alisi di Sammarco Daniele e Tarentini Alessandro S.S.Agr. di Manduria. L'elenco completo è pubblicato sul sito web di "Informa miele".