La serie tv “La vita promessa” girata in Puglia

  • In LECCE
  • lun 17 Settembre 2018
La serie tv “La vita promessa” girata in Puglia

Tra Nardò e Giuliano di Leuca, con scene anche di Taranto e Monopoli

NARDO' - Scorci di Nardò, insieme con Taranto ed il ponte girevole, nonché Monopoli e Giuliano di Leuca fanno da sfondo alla fiction “La vita promessa” andata in onda, con la prima di quattro puntate, ieri sera su RaiUno. Le scene sono state girate ad ottobre 2017 nella bellissima Masseria Brusca a Nardò. Oggi, 17 settembre 2018, la seconda puntata (le altre sono programmate per il 24 settembre ed il 1° ottobre”.

La serie tv co-prodotta da Rai Fiction e Picomedia, sostenuta anche da un finanziamento di Apulia Film Commission oltre che da Apulia Film Fund della Regione Puglia (251.854,55 euro), ha visto impegnate 40 unità lavorative pugliesi. La regia, di quella che per molti dopo la prima puntata promette di essere tra le serie tv più belle e seguite dal pubblico, è di Ricky Tognazzi, mentre nel cast ci sono Luisa Ranieri, Francesco Arca, Emilio Fallarino, Primo Reggiani e Lina Sastri.


>


In particolare a Nardò sono state girate scene nella stalla della masseria ed all’esterno per una festa, precisamente nel grande piazzale dello storico edificio di proprietà della famiglia Zuccaro. Una settimana circa di riprese e di duro lavoro per gli interpreti del film, che nelle pause hanno apprezzato tantissimo la città ed il suo territorio, godendosi peraltro una serie di giornate di sole molto belle. Sul set ci fu anche la gradita sorpresa dell’arrivo di Simona Izzo, attrice e moglie di Ricky Tognazzi, appena uscita dal reality Grande Fratello Vip. Per lei qualche giorno di relax tutto neretino in compagnia del coniuge regista de “La vita promessa”. Il racconto del film è ambientato tra Sicilia e New York, se la Puglia è servita per ricordare la Sicilia, Sofia in Bulgaria per New York degli anni tra il 1920 ed il 1930.

“La vita promessa”, attraverso la distribuzione di Rai Com, è già stata venduta in Giappone, Usa e America Latina, si svolge nell’arco di circa dieci anni e va dal 1921 al 1930, passando attraverso la crisi finanziaria americana del 1929. E affronta diversi temi tra i quali quello dell’immigrazione. È la storia di Carmela Carrizzo (Luisa Ranieri), una madre coraggio che lascia la Sicilia per l’America appunto dove spera di dare ai suoi cinque figli un futuro migliore. Quella dei Carrizzo è la storia epica di una delle tante famiglie siciliane sullo sfondo del più grande esodo migratorio della storia moderna durante gli anni Venti.

La serie tv sarà trasmessa in Asia ed in America ed avrà un sicuro riscontro culturale e, si spera turistico, per la Puglia che ha così modo di mostrare alcune delle bellezze architettoniche e naturali fuori dai confini italiani.