Ecco l’Hugbike, consente ai disabili di poter andare in bici

Ecco l’Hugbike, consente ai disabili di poter andare in bici

Regalata dalla Fondazione Allianz “Umana Mente” alla Puglia, la custodisce l’associazione “Contro le Barriere”

TARANTO - L’Hugbike (la bicicletta degli abbracci) è arrivata, anche, a Taranto ed è pronta per essere utilizzata. Ad annunciarlo, con non poca soddisfazione, è Francesco Vinci, presidente dell’associazione “Contro le Barriere”, che ha presentato lo speciale mezzo di trasporto e divertimento e le modalità dell’uso di questa bicicletta poco nota a tanti e che potrebbe far felice numerosi disabili e genitori.

Alla presentazione ha partecipato, tra gli altri, Giuseppe Tulipani, garante delle persone disabili della Regione Puglia, il quale si è complimentato per la bella opportunità che, con l'utilizzo dell’Hugbike, verrà offerta a tante persone con varie disabilità e che avranno l’opportunità di provare nuove sensazioni di benessere e inclusione, prima fra tutte proprio quella di andare in bicicletta in tutta sicurezza.


>


Tutto è nato dalla donazione ricevuta, lo scorso 15 maggio, dalla associazione “Contro le Barriere” di Taranto, da parte della Fondazione Allianz “Umana Mente” che ha regalato in tutto 20 Hugbike, una per ogni regione d’Italia, per attuare il progetto “Regaliamo un abbraccio a tutta l’Italia”, in collaborazione con la Fondazione “Oltre il Labirinto” e dare la possibilità a ragazzi con disturbi dello spettro autistico o con altre disabilità di coltivare la passione della bicicletta, in totale sicurezza, in una logica di inclusione e partecipazione sociale.

La straordinaria bicicletta è nata, nel 2012, dall’idea di un padre italiano, di Treviso, con il figlio affetto da autismo. Questo straordinario papà portava con sé il figlio in bici, su un tradizionale tandem. Ma poi il bambino è cresciuto e un po’ per la mole e un po’ perché il figlio non aveva mai avuto il piacere di godersi il panorama davanti, ha progettato un sistema che gli ha consentito di portare con sé sulla bici il figlio, facendogli provare l’ebbrezza della corsa ed anche la sensazione di portare lui la bici, ed allo tempo stesso facendolo sentire al sicuro. Il mezzo regalato all’associazione tarantina, sarà utile per la fattiva inclusione sociale, ha annunciato il presidente Francesco Vinci, e per coinvolgere emotivamente i genitori nel creare momenti di svago per i loro figli che, per la loro disabilità, il più delle volte, vengono privati dalla società di questi momenti. Non solo. La speciale bicicletta, oltre ad essere importante strumento di socializzazione è un esempio di mobilità sostenibile per tutti i cittadini. Può essere utilizzata anche per il trasporto di adulti disabili.

Come tutte le bici consegnate a domicilio, è stato necessaria montarla. A metterla letteralmente sulle ruote ci hanno pensato 4 volontari dell’associazione “Contro le Barriere”, nella sede di via Cugini 39/40 a Taranto, con 2 ragazzi con disabilità intellettiva, utenti di un Centro diurno di Taranto, che assemblato pezzo dopo pezzo, bullone dopo bullone e montato l’Hugbike. Ed è stato questo il primo vero momento di socializzazione ed inclusione. L’importante momento è stato immortalato in un video e mostrato durante la presentazione a cui sono intervenuti anche Francesco Riondino, presidente del CSV Taranto, e l’avv. Gaia Silvestri, componente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Taranto.

Sebbene l’Hugbike sia stata regalata dalla Fondazione Allianz “Umana Mente”, il merito per averla fatta arrivare a Taranto lo si deve proprio a Francesco Vinci che ha inviato la richiesta partecipando al bando per il progetto “Regaliamo un abbraccio a tutta l’Italia”.

L’Hugbike è un tandem ma è diverso da quelli tradizionali, come spiegato dallo stesso Vinci poiché “si guida dal sellino posteriore (non da quello anteriore, anche perché i manubri sono uno dietro l’altro), grazie ad un lungo manubrio che fa sì che il passeggero che siede davanti sia ‘abbracciato’ da chi conduce il tandem”. In questa invenzione straordinaria c’è anche un altro particolare che lo rende ancor più unica “La sua produzione è realizzata da un gruppo di ragazzi con disturbi dello spettro autistico, seguiti dalla Fondazione Oltre il Labirinto, che hanno fabbricato i primi prototipi della ‘bicicletta degli abbracci’ - aggiunge Vinci - questa definizione, dunque, si sposa bene, oltre che con la particolare posizione del guidatore che ‘abbraccia’ il passeggero, con la visione etica che caratterizza il progetto di produzione di questi speciali tandem”.

L’Hugbike è ‘custodito’ dall’associazione “Contro le Barriere” per tutta la Puglia ma è a disposizione dei ragazzi con disabilità intellettive accompagnati dai loro rispettivi genitori, parenti, amici e/o accompagnatori che vorranno utilizzarla per girare per la città in cui vivono. Per utilizzarla basta telefonare al 340.5068873, per prendere un appuntamento con uno dei volontari dell’associazione, prenotarsi ed apprendere piccole ma facili regole. L’Hugbike sarà messa a disposizione durante eventi organizzati dalle cooperative sociali, dalle associazioni e dagli enti pubblici e/o privati”.

Per mostrare ma soprattutto far provare il particolare tandem, l’associazione “Contro le barriere” ha organizzato una giornata di prove gratuite. L’appuntamento è per domenica 17 giugno ai Giardini Virgilio a Taranto a partire dalle ore 10 alle 13. A chiunque avrà il piacere di montarci sopra, non resta che augurare buona pedalata.