Parte oggi la Mostra del Cinema di Taranto

Parte oggi la Mostra del Cinema di Taranto

Per quattro giorni proiezione gratuita di 38 film in concorso, tra documentari, cortometraggi e lungometraggi

TARANTO - Sono 38 i film selezionati, tra i 5mila iscritti, pronti a partecipare al concorso internazionale di film “Mostra del cinema di Taranto” (Mct) in programma da oggi, 28 maggio, sino al 31 maggio prossimo.

Il contest ormai entrato nel vivo, prevede la premiazione di 9 lavori per le tre sezioni in gara: documentari, cortometraggi e lungometraggi.

Nella quattro giorni in programma a Taranto è prevista anche la personale della regista Jutta Brückner con le pellicole “Tue Recht Und Scheue Niemand”, “Lieben sie Brecht?”, “Hungerjahre”, “Kolossal Liebe” e “Hitlerkantate”.

Il concorso Mct prevede le proiezioni delle pellicole finaliste da oggi 28 al 31 maggio (dalle ore 15 a mezzanotte) nel salone di Rappresentanza del Palazzo della Provincia di Taranto, in via Anfiteatro. Saranno tutte ad ingresso libero e quindi gratuite. A decretare i vincitori, saranno tre giurie di qualità. Per i documentari: il direttore generale della Treccani Massimo Bray, l’attrice e scrittrice americana Katherin Wilson, il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce Andrea Rollo; per i cortometraggi il giornalista Attilio Romita e le attrici Anna Ferruzzo e Maria Cristina Mastrangeli; per i lungometraggi la regista tedesca Jutta Brückner, il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari Giuseppe Sylos Labini e il regista Pasquale Pozzessere.

La serata finale, in cui saranno premiati e migliori tre film per ciascuna delle tre categorie in concorso, si svolgerà in piazza Immacolata, nel cuore di Taranto, la sera del 1° giugno a partire dalle ore 20 ed a seguire, dalle ore 22, concerto con Van Wissem. Saranno presenti i membri della giuria ed alcuni registi. I premi saranno in assegni e o trofei vari. Per i lungometraggi al primo classificato andrà un assegno da 2.000 euro, per il documentario più bello 1.000 euro, mentre per il corto 500 euro. Previsti, inoltre, premi per altre categorie: migliore attore e attrice protagonisti (lungometraggi), migliore fotografia e montaggio (documentari), miglior regia e sceneggiatura (corti). A tutti sarà assegnato il trofeo “Kate”, realizzato dalla storica famiglia Spagnulo, ceramisti di Grottaglie.

La Mostra del cinema di Taranto, insieme con Medimex, sono gli eventi più importanti che caratterizzeranno i prossimi mesi di questa città verso la quale la Regione sta dimostrando attenzione, ma anche “rispetto, affetto, e condivisione del dolore, che ci lega ad essa profondamente – come ha detto il presidente della Regione Michele Emiliano - Siamo consapevoli della necessità che questa antica colonia spartana si riconnetta con le sue radici e prenda atto di avere una capacità di evolversi, attraverso l’approfondimento culturale, superiore a quella di molte altre città”.

La Regione Puglia, ha messo in evidenza Emiliano, sta facendo uno sforzo per dimostrare tutto questo ed in particolare che “è il centro di ogni nostra attenzione” soprattutto in questo momento particolare di forte crisi economica.

Oltre ai film sono in programma altri eventi tra cui incontri culturali, concerti e dibattiti per provare materialmente che “Taranto può costruire il suo piano B per l’uscita dalla monocultura dell’acciaio. La bellezza della città lo consente. I cittadini devono impadronirsi di questa volontà e devono tradurla in attività – ha detto ancora il presidente della Regione - La Mostra del cinema tenta di mettere nelle condizioni la città di costruire professionalità nel mondo dello spettacolo, in particolare di quello del cinema, così come vuol fare anche Medimex, nello specifico musicale”.

Direttore artistico della “Mostra del cinema di Taranto” è Mimmo Mongelli, che di fatto ha spostato il “Levante Film festival” dalla città di Bari a quella ‘dei due mari’. Lo stesso Mongelli ha annunciato che con il Politecnico di Bari si sta lavorando per la realizzazione di un documentario scientifico sullo straordinario patrimonio degli ipogei della città vecchia di Taranto.

Si parte, dunque, oggi 28 maggio alle 15 con la proiezione di nove tra documentari e dei corti “Blind Date” di Aimiende Negbenebor Sela, a cui seguirà “The Ideal Son in Law” di Bodhi Le Belle, “Swipe Right” di Sean Patrick O'Brien, “Metis” di Godonou Dossou, “Il futuro è troppo grande” di Giusy Buccheri e Michele Citoni, dopo una pausa si riprende alle 17.19 con “The Danielle Arbid” di Yannick Casanova, quindi “Cani di razza” di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta, “Piscina / Swimming Pool” di Carlos Ruano, “Healing Heroes” di Christopher Orangeo, e dalle 18.50 di 4 lungometraggi “Tue Recht Und Scheue Niemand”, “Lieben sie Brecht?” di Jutta Brueckner/Personale, “Ovunque tu sarai” di Roberto Cappucci e “Deseo Deseo” di Eduardo M.

Clorio. Il 29 maggio altri 11 tra documentari cortometraggi, seguiti da 3 lungometraggi, mentre il 30 sono in programma altri 8 tra documentari e corti, e gran finale con tre lungometraggi, infine il 31 cinque film in programmazione. Il programma completo è pubblicato sul sito Mostra Cinema Taranto.