Oltre 125 aziende attese allo Snim, nel Porto Turistico

Oltre 125 aziende attese allo Snim, nel Porto Turistico

Presentata la manifestazione dedicata al settore nautico, senza tralasciare il turismo, lo sport e l’economia

BRINDISI - Sarà il Porto Turistico, con le imbarcazioni direttamente in acqua, ad ospitare a Brindisi la sedicesima edizione dello Snim, il Salone Nautico di Puglia. Divenuto negli anni una fra le tre più importanti manifestazioni di settore in Italia, con Napoli e Genova, lo Snim a Brindisi è certamente l’evento di riferimento su tutto il versante adriatico. Per un’intera settimana, dal 25 aprile al 1° maggio 2018, ci saranno espositori, convegni, presentazioni di progetti, iniziative enogastronomiche e musica.

In un momento difficilissimo per l’economia nazionale e soprattutto per il settore della nautica in Italia, lo Snim ha sempre mantenuto la sua identità, facendo registrare negli ultimi 3 anni una costante crescita dei numeri sia di espositori che di visitatori. A questo ha senz’altro contribuito il forte appeal turistico della Puglia di questi anni e la strategica posizione geografica della stessa rispetto al bacino marittimo-turistico che interessa Slovenia, Croazia, Albania, Grecia e Turchia, in forte crescita.


>


Il ritorno a Brindisi, all’interno del Porto Turistico, grazie anche e soprattutto alla possibilità di esporre le imbarcazioni in acqua, ha permesso un sostanziale incremento del numero di espositori, oltre 100 aziende e circa 150 imbarcazioni, provenienti da tutte le regioni del mezzogiorno d’Italia, con particolare riferimento al settore della vela, che in Puglia registra un numero importante di appassionati. Prevista la presenza di circa 25 importatori e distributori provenienti dai mercati emergenti: Spagna, Francia, Olanda, Slovenia, Croazia, Serbia, Turchia, Montenegro, Grecia, Malta, Albania. Peraltro, proprio l’Albania sarà Paese ospite nella manifestazione, con la presenza del Ministero al Turismo e durante il Salone, alla luce della grande attenzione riposta dal Governo sullo sviluppo del settore nautico, è in programma un incontro nel quale definire l’organizzazione di un importante evento di presentazione delle nostre aziende in territorio albanese.

Ma il Salone, come dichiarato dall’organizzatore Giuseppe Meo, che si presenta in una formula completamente nuova, guarderà soprattutto al turismo.

L’integrazione fra il percorso a terra e a mare permetterà alle aziende di far testare le imbarcazioni in condizioni meteo-marine ideali e naturalmente sarà allestito uno spazio dedicato all’accessoristica ed alla componentistica. Accanto a questi due settori nautici, non mancano gli sport del mare, il subacqueo, il turismo nautico, la sicurezza in mare, il turismo balneare, la pesca industriale e sportiva. In acqua, istruttori dedicati, consentiranno al pubblico di provare direttamente mezzi ed attrezzature per la vela, sup, salvamento, oltre a simulazioni di voga, lancio tecnico e pesca promozionale con canna da riva. Con il contributo del Comitato Paralimpico, ampio ed importante spazio sarà dedicato ai diversamente abili a dimostrazione degli innumerevoli vantaggi che la pratica dello sport garantisce, indipendentemente dalle condizioni fisiche e mentali di ognuno.

Oltre ad altri temi come quelli relativi all’ambiente (tema di fondo i parchi marini, la salvaguardia del patrimonio costiero e l’ecosostenibilità dello sviluppo), c’è attenzione pure a quello dell’enogastronomia come valore aggiunto nella politica turistico-ricettiva del territorio con particolare riguardo al consumo del pesce e della Sicurezza in Mare con la partecipazione del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato.

Particolare attenzione sarà riservata ai percorsi formativi per nuove professioni nell’economia del mare, con la collaborazione degli Istituti Nautici di Puglia, già protagonisti nell’edizione 2017. Per l’occasione è stata sottoscritta una convenzione dedicata ad impiegare i ragazzi del Nautico Carnaro di Brindisi, nell’ambito delle attività previste dall’alternanza scuola-lavoro.

Come nelle passate edizioni, Snim sarà l’occasione per promuovere e valorizzare le discipline che hanno come tema comune il mare. Sarà allestito un Villaggio dello Sport, all’interno del quale le Federazioni di Canottaggio, Pesca Sportiva ed Attività Subacquee, Vela, Motonautica, Sci Nautico, Nuoto, Canoa, la Lega Navale Italiana, gli Enti di Promozione Sportiva, I Circoli del territorio, saranno impegnate in attività pratiche e di formazione.

In questo quadro lo Snim declinerà la propria offerta sia attraverso l’esposizione statica che con l’organizzazione di momenti di apprendimento tecnico e culturale, di laboratori esperienziali e momenti di degustazione guidata. In ultimo ma non meno importante, in occasione della business convention internazionale sulla Blu-Economy di marzo, c’è la graduale trasformazione dell’evento in una grande campionaria dell’economia del mare, ponendo la Puglia al centro di un settore strategico a cui guardano con sempre crescente attenzione la Regione, l’Italia e l’intera comunità europea.

In occasione del Salone Nautico di Puglia 2018, con la collaborazione della Net Consulting di Bruxelles, già partner 2017 e delle principali associazioni di categoria saranno coordinati alcuni tavoli tecnici per porre le basi all’organizzazione nel 2019 di importanti sezioni dedicate alla pesca ed alla salvaguardia dell’ambiente marino. Presenti all’intera manifestazione le Aree Marine Protette di Torre Guaceto, Porto Cesareo e Tremiti, oltre alla facoltà di Biologia Marina di Unisalento, Conisma, Cnr-Ismar, Federpesca, Legacoop, Uci.

Il tema “clou” del Salone è il sostegno alle attività di promozione ed internazionalizzazione del Distretto Regionale della Nautica da Diporto, fortemente voluto dalla Regione, per favorire nuove opportunità produttive e commerciali e una crescita degli standard di qualità e competitività di un comparto definito strategico per l’economia futura del territorio. In una regione come la Puglia, caratterizzata da una costa lunghissima e da un turismo in forte crescita, la nautica da diporto rappresenta un importante volano di sviluppo economico ed il Salone Nautico di Puglia, rappresenta oramai da anni, il contenitore attraverso il quale dare impulso alle attività del Distretto, promuovere importanti momenti di incontro fra tutti i partner per favorire la cooperazione e la nascita di “Sistemi d’Impresa” che rafforzino le realtà esistenti ed al tempo stesso generino nuove attività. La scelta, peraltro, della location del Porto Turistico Marina di Brindisi e la presenza delle strutture portuali turistiche di Rodi Garganico, Marina del Gargano, Bisceglie Approdi, Calaponte e Porto Gaio, rappresenta una importante occasione per favorirne la cooperazione per alzare gli standard di qualità ed integrarne i servizi con l’entroterra.

Il Salone Nautico di Puglia sarà anche trampolino di lancio per la presentazione ufficiale del Polo Nautico del Sud Italia, al quale hanno aderito i principali consorzi di Campania, Sicilia, Lazio, Calabria e naturalmente Puglia, per la costituzione di un più vasto polo nautico del mezzogiorno, che rappresenta oltre 300 imprese del settore e che chiederà ufficialmente il riconoscimento al Ministero allo Sviluppo Economico.

Come sempre oltre ad essere una vetrina a 360 gradi sul mondo del mare, la manifestazione sarà allietata da momenti di intrattenimento musicale. Il 25 aprile (ore 21.30) Massimo Galantucci & ContrOrchestra big band saliranno sul palco per proporre un repertorio con la musica dagli anni ‘60 ai ‘90 spaziando dallo swing italiano, al beat, al rock and roll, fino ad arrivare alla dance, composizioni originali e riarrangiamenti appositamente per la formazione, lasciando sempre molto spazio all'improvvisazione, rendendo così ogni concerto unico e coinvolgente. Il 26 aprile (ore 21.30) è la volta di Zero Fortuna-Tribute band di Renato Zero, seguirà il 27 aprile (ore 21.30), la serata Blubay con la musica di Lewis djset, il 28 (dalle ore 18) serata White Ostuni Beach Club con Dj Set, il 29 (ore 21.30) una serata dall’atmosfera cubana con i Fico Ricco ed il 30 aprile (ore 21.30) la Band Napolatino con un omaggio a repertorio napoletano, ma con incursioni in altri generi musicali. Infine, il 1° maggio (ore 21.30) si chiude con Rewind in concerto, gruppo nato nel ’99 che ripropone il meglio della dance ‘70-’80 sia nella musica che negli abiti e nelle coreografie. All’interno del Salone Nautico sarà presente un’area dedicata ai prodotti locali di Puglia.