Tutti allo Stadio della Vittoria per tifare la Nazionale Italia Rugby

  • In BARI
  • mer 14 Marzo 2018
Tutti allo Stadio della Vittoria per tifare la Nazionale Italia Rugby

L’annuncio dagli organizzatori della finale del match 6 nazioni tra Italia e Scozia under20 il 16 marzo

BARI - Una festa con protagonista il rugby, lo sport ed i giovani quella che allo Stadio della Vittoria di Bari vedrà sugli spalti 1.500 studenti pugliesi provenienti da tutte le province della Puglia, centinaia di nuclei familiari e tantissimi altri tifosi, ed in campo la squadra Nazionale Italiana di Rugby under20. Tutto il pubblico presente sosterrà con cori, battimani, striscioni e quant’altro gli azzurrini che alle ore 15 del 16 marzo prossimo giocherà per la prima volta in Puglia, nel glorioso stadio barese, per incontrare la Scozia nella partita valida per l'ultima giornata del match 6 nazioni.

Per gli organizzatori, il Comune-Assessorato allo Sport di Bari, e tutti i rugbisti pugliesi si tratta di un evento storico mai accaduto visto che per la prima volta in assoluto una squadra nazionale di rugby, seppur della compagine giovanile, giunge in Puglia per affrontare una squadra avversaria per un campionato che vanta 117 anni. L’evento è stato fortemente voluto dai rappresentanti del rugby pugliese per dare un maggior stimolo e partecipazione a tutti coloro che vogliono intraprendere questo sport troppo spesso confuso con il football americano e visto come ‘violento’ e prerogativa maschile, ma che così non è. In Puglia ad oggi sono 20 le squadre esistenti e rappresentative di quasi tutte le province e militanti in diversi campionati giovanili con rappresentanti sia nella serie C2 che nella C1 e l’auspicio che presto si possa avere almeno una squadra anche nella serie B.


>


Il rugby è ormai radicato nella nostra regione da circa 15 anni, ma ancora rappresenta uno degli sport cosiddetti ‘minori’ nonostante può vantare 3mila iscritti, il 40% dei quali impegnato in vari campionati anche a livello amatoriale, ed un’età media di giocatori attivi intorno ai 20 anni. Questo sport di squadra rappresenta e mostra unione e condivisione, nel quale il rispetto per l’avversario è sempre garantito e lo si nota soprattutto quando si tira il ‘piazzato’, poiché in quel momento tutti i giocatori in campo e l’intero stadio restano in silenzio per consentire la massima concentrazione a chi ha la responsabilità di segnare.

Per far conoscere le basi del rugby soprattutto a più piccoli è stato previsto l’allestimento, fuori dallo Stadio della Vittoria, di 12 play ground, campi da gioco in miniatura, con erba sintetica, che saranno aperti dalle ore 12 per consentire a bambini e ragazzini di approcciarsi a rugby che come tante altre attività sportive è indispensabile per la formazione educativa, caratteriale, fisica e mentale, e quindi della salute dei futuri adulti. Ai bambini presenti tra il pubblico sarà inoltre regalato un libricino che, con uno scritto molto semplice e disegni, spiega le regole basi del rugby.

La partita in programma a Bari si aprirà con l’esecuzione degli inni delle due squadre ed a intonarli sarà la Banda dell’Esercito della Brigata Pinerolo. Sugli spalti come detto tanti bambini che giungeranno con 27 pullman da varie parti della regione. A contribuire ad avere un folto pubblico ci hanno pensato l'Ufficio scolastico regionale e tanti istituti scolastici che hanno provveduto all’organizzazione di bus in arrivo a Bari, insieme con l’Ordine degli Avvocati di Bari che ha donato una settantina di biglietti ad una Parrocchia ed un’associazione benefica di Bari per la partecipazione allo spettacolo sportivo di ragazzi e famiglie in difficoltà. Il costo del biglietto di entrata, alla portata di tutti (5 euro), e l’ingresso gratuito ai bambini con meno di 14 anni di età, fanno sperare agli organizzatori di superare i 3mila spettatori che dovranno supportare la nazionale under20 che al momento è reduce di una bella vittoria contro il Galles, l’unica sino ad ora, ma che tutti si augurano venga replicata proprio nel capoluogo pugliese contro la Scozia, altra squadra storica e forte in questa specialità sportiva.

L’augurio è che questo importante appuntamento del 16 marzo sia solo il punto di partenza per il rugby in Puglia ed a Bari in particolare dove si prosegue con il progetto, al quartiere Catino-Santo Spirito, la realizzazione di un impianto esclusivo per il rugby e dove in tantissimi sperano di portare altre squadre importanti, nonchè la nazionale maggiori magari allo stadio San Nicola. Un modo anche questo per 'rugbizzare' ancor di più il capoluogo pugliese ed attirare turisti.

Tutti, dagli organizzatori, agli amministratori locali, agli sponsor, lanciano l’appello di essere presenti e tifare per l’Italia contro la Scozia e poter assistere ad uno sport alternativo al calcio. Il tifo per uno sportivo ed una squadra sono sempre importanti. Così come già avvenuto per altre squadre di altre specialità sportive giunte a Bari per la prima volta, può essere di stimolo a giocare per vincere e dovrà essere unico ed indimenticabile, non solo per gli spettatori ma soprattutto per i giocatori che magari torneranno per un altro spettacolo.

La squadra degli azzurrini è giunta a Bari lo scorso 10 marzo e ha già effettuato diversi allenamenti nello stadio, ma ha bisogno del tifo pugliese (un appello a riguardo, attraverso Puglia positiva lo fa il capo allenatore della nazionale under20 Fabio Roselli nel video postato in basso). Appello che è stato lanciato in una conferenza questa mattina pure dall’assessore comunale allo Sport, Pietro Petruzzelli, insieme con il team manager Claudio Piani, l’allenatore Fabio Roselli, il capitano Michele Lamaro, il liaison offer Paolo Granata della squadra degli Azzurri, il presidente del Comitato organizzatore nonché presidente della Tigri Rugby Bari, Gennaro Totaro, il presidente del Coni Puglia, Angelo Giliberto, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari, Stefanì ed il presidente della Fir Puglia Grazio Menga.

Gli amministratori che hanno voluto fortemente questa partita, gli organizzatori ed i giocatori si augurano, tutti insieme, che siano davvero tanti i pugliesi che parteciperanno all’incontro per tifare in favore dell’Italia ed assistere ad uno spettacolo sportivo mai visto prima.

Anna Caiati

 

Altri articoli interessanti

“Lo Stadio della Vittoria si prepara ad accogliere il rugby under 20”

“Sorgerà a Catino lo stadio per il rugby ed il football americano”