728 x 90

Gli studenti di Foggia in palestra per donare attrezzi ad una scuola

Gli studenti di Foggia in palestra per donare attrezzi ad una scuola

L’Università di Foggia aderisce alla campagna “Let’s Move for a better World” di Technogym

FOGGIA - La città di Foggia si rimette in gioco e prova a sfidare cittadini di tutto il mondo sul tema dell’attività fisica e dello star bene partecipando all’iniziativa “Let’s Move for a better World” (dall’inglese “Muoviamoci per un mondo migliore”). Lo fa scendendo in campo con l’Università di Foggia ed in particolare con gli studenti iscritti all’Ateneo foggiano con l’iniziativa che di fatto apre ufficialmente l’anteprima del Festival della Ricerca e dell’Innovazione (Fri) edizione 2018.

“Let’s Move for a better World” non è solo uno slogan o un’esortazione a muoversi ed a partecipare alla campagna ideata, quattro anni fa, da Technogym e Centro Palextra di Foggia. E da quest’anno ufficialmente nell’iniziativa “Aspettando il Festival” dell'Università di Foggia con lo scopo di donare ad una scuola foggiana attrezzi ginnici.


>


Il progetto parte dalla constatazione che camminare e muoversi fa parte della natura umana, ma la tecnologia e l'automazione hanno reso la popolazione di tutto il mondo decisamente più sedentaria rispetto al passato. Di conseguenza, le malattie croniche legate all'inattività fisica (obesità, ipertensione, disturbi cardiaci, etc.) sono diventate un problema globale dal punto di vista sociale ed economico, raggiungendo livelli preoccupanti.

Per tale ragione Technogym ha ideato la “Campagna Let’s Move for a better World” nel 2014, allo scopo di offrire ai centri sportivi un'iniziativa per contrastare l'obesità e la sedentarietà all'interno della propria comunità locale, promuovendo la consapevolezza sul tema e incoraggiando le persone ad essere attive in modo coinvolgente e stimolante.

Dal 12 al 31 marzo prossimi, si potrà accedere ed utilizzare gli attrezzi della sala cardio, gratuitamente, sotto la supervisione di personale qualificato del Centro Palextra. Per tutto il periodo dell’iniziativa gli studenti Unifg potranno partecipare e contribuire alla raccolta dei Moves (unità di misura dell'attività fisica), ma nelle giornata del 15 e del 22 marzo, alle ore 12, è prevista la "Sfida Unifg tra studenti", in cui gli universitari presenti potranno partecipare ad una gara non competitiva sugli attrezzi cardio. Chi tra i partecipanti totalizzerà il maggior numero di Moves vincerà una T-shirt.

Viste le finalità e i contenuti dell’iniziativa, l’Ateneo foggiano ha deciso di farla rientrare nel programma “Aspettando il Festival”, dando il via al calendario di eventi organizzati per anticipare e sostenere le finalità del Fri-Festival della Ricerca e dell’Innovazione dell’Università di Foggia che per l’edizione 2018 propone le stesse finalità. La kermesse made in Unifg, coordinata nella sua III edizione dal professor Giovanni Messina (delegato del rettore alla “Ricerca Scientifica e Tecnologica, Terza Missione”), quest’anno avrà come filo conduttore “Sport e Nutrizione”, tema affrontato con diversi eventi in programma il prossimo fine maggio, sempre con l’intento di raccogliere fondi per sostenere e implementare gli arredi di scuole periferiche foggiane, oggetto di atti vandalici. Ulteriore finalità condivisa, il Centro Palextra Foggia si impegnerà, infatti, a donare l'attività fisica svolta, per una causa sociale: maggiore sarà la quantità di attività fisica donata, maggiore sarà la possibilità di vincita del primo premio, che consiste in una donazione di attrezzature sportive da consegnare ad un istituto scolastico foggiano.

All'inaugurazione di “Let’s Move for a Better World”, in programma lunedì 12 marzo 2018 alle ore 10, nel Centro Palextra (via Guglielmi a Foggia), interverranno per l'Università di Foggia la professoressa Anna Dipace e le dottoresse Valeria Puccini, Rosa Anna Muscio e Maria Assunta Doddi.


Altri articoli interessanti

“Tra le prime 10 in Italia per Let’s move for a better World”

“Avviati i 19 fiorni di movimento contro obesità e sedentarietà”