L’Università organizza il “Salone del Lavoro e della Creatività”

  • In FOGGIA
  • ven 16 Febbraio 2018
L’Università organizza il “Salone del Lavoro e della Creatività”

In favore di laureati e studenti in cerca di occupazione

FOGGIA - Una fiera riservata ai laureati che stanno cercando lavoro, ma anche alle aziende a caccia di talenti. E’ quanto a previsto l’Università di Foggia che a maggio 2018, terrà il “Salone del Lavoro e della Creatività”, al Quartiere Fieristico di Foggia.

Si tratta di una iniziativa senza precedenti realizzata con la collaborazione della Regione Puglia per far incontrare domanda ed offerta nel mondo del lavoro.

Dal 15 al 17 maggio il Quartiere Fieristico di Foggia, ospiterà enti, associazioni, aziende, stakeholder e startupper al fine di mettere in contatto aspiranti lavoratori laureati e far conoscere storie, capacità e potenzialità. Si tratta di un primo appuntamento di tre giorni che potrebbe diventare fisso, anche se al momento si punta a costruire un luogo di incontro tra ambizioni e carriere.

Sarà un’edizione sperimentale, un ‘numero zero’, dove soprattutto i neolaureati o laureandi potranno mettersi in gioco, presentati e farsi conoscere, mostrarsi per ciò che sono e ciò che sanno fare, oltre a conoscere aziende in maniera più approfondita ed il mercato del lavoro. Un’occasione importante per i giovani visto che nella provincia di Foggia si registra uno dei più alti tassi disoccupazione giovanile (36%) d’Italia, così come per l’emigrazione cosiddetta intellettuale (per gli studenti e i laureati al di sotto dei 25 anni il dato sfiora il 23%).

In tutto questo, l’Università di Foggia ha scelto comunque di fare la sua parte e di dare il proprio contributo. L’obiettivo è quello di far diventare l’Ateneo mediatore dell’incontro tra domanda e offerta. Parteciperanno tutte le componenti, pubbliche e private, che orbitano intorno alle professioni vecchie e nuove, intorno alle esigenze di ieri e di domani. Ci saranno box destinati ad incontri e colloqui, open space per pubbliche relazioni, spazi espositivi, video curriculum, presentazioni di aziende e gruppi, libere candidature, spazio alla creatività degli startupper, convegni e dibattiti sul tema, e tutto quello di cui ha necessità di chi, una volta fuori dall’Università, non trova uno sbocco professionale.