728 x 90

Il Carnevale non è finito… c’è la Pentolaccia Casamassimese

  • In BARI
  • lun 12 Febbraio 2018
Il Carnevale non è finito… c’è la Pentolaccia Casamassimese

Prevista la sfilata di carri e gruppi mascherati, con street food, mostre, spettacoli e tanto altro

CASAMASSIMA - Il Carnevale non per tutti termina il martedì grasso, che quest’anno ricade il 13 febbraio, ma si prolunga per qualche giorno ancora come accade a Casamassima dove c’è il rito della Pentolaccia.

La tradizionale Pentolaccia Casamassimese, con maestosi carri allegorici, coloratissimi gruppi mascherati e la rottura della pentolaccia (al calar del sole), giunge alla 41ª edizione

La grande novità di questa edizione sarà la festa nel borgo in programma il prossimo 17 febbraio dopo la caratteristica e tradizionale sfilata sul corso principale, i gruppi mascherati e l'intrattenimento itinerante faranno il loro ingresso nel “Paese Azzurro delle Meraviglie” dove, tra una favola e l'altra, si esibiranno in simpatiche coreografie, spettacoli e concerti nelle piazzette e vicoli del bellissimo borgo medievale, detto appunto Paese Azzurro per il tipico colore della calce che riveste gran parte delle case.
In piazza Aldo Moro, invece, si potranno ammirare i carri in sosta, visitare il mercatino delle favole e assaggiare tipico “cibo da strada” dei truck food, che faranno da cornice all'apertura della Pentolaccia.
Il programma prevede, per il 17 febbraio la partenza della allegra e colorata sfilata alle ore 15 da via Bari per giungere in piazza Moro dove alle ore 17, ci sarà l’inaugurazione del Paese Azzurro, ed a seguire tutti gli spettacoli previsti. Il 18 febbraio, la partenza è invece prevista alle ore 15.30 da piazza Plebiscito sempre con arrivo in piazza Moro dove alle ore 19.30 si terrà l’apertura della pentolaccia e l’esibizione di gruppi mascherati con scenografie in cartapesta. Nella due giorni inoltre sono previsti il Laboratorio di realizzazione muppets, la visita alla mostra "Marc Chagall. Le Favole" a Palazzo Monacelle, musica itinerante e live concert, oltre allo street food in piazza Aldo Moro ed Il Mercatino delle Favole con oggetti artigianali.
L’obiettivo è sempre quello di ‘colorare’ le vie del paese per vivere due giorni di follia. Le uniche regole per partecipare alla manifestazione sono quelle di indossare un sorriso, possibilmente una maschera, lasciare a casa tristezza e negatività e farsi catturare dall'allegria.