728 x 90

Appuntamenti per l’Epifania e la Theofania per unire i cristiani

Appuntamenti per l’Epifania e la Theofania per unire i cristiani

Tre appuntamenti da non perdere per bambini ed adulti nel nome delle tradizioni

BRINDISI - A Brindisi il 6 gennaio non è solo il giorno dell’Epifania della tradizione cristiana-cattolica ma anche della Theofania per la cultura cristiana-ortodossa. Sono infatti due gli appuntamenti (in realtà tre) in città per le due festività che in realtà hanno origini comuni. La prima riguarda soprattutto i bambini e si svolgerà domani, 6 gennaio, con un doppio appuntamento, uno la mattina, l’altro nel pomeriggio. A partire dalle ore 10 in piazza Vittoria la simpatica vecchietta incontrerà i bambini, la festa si sposterà poi nel pomeriggio nel “Bastione animato” con tante altre sorprese per i più piccoli. I due eventi concluderanno la rassegna “Brindisi a Natale 2017”. La “Festa della Befana”, voluta dall’Amministrazione comunale che la promuove con la Fondazione Nuovo Teatro Verdi, è un mix di musica, danze e animazione che gli operatori di Starevents porteranno nel cuore della città. La Befana, tra mille avventure, riuscirà a rinnovare l’atteso appuntamento con tutti i bambini tra selfie e lo spettacolo “La vera storia della Befana”, che intreccia leggenda e racconto biblico. Non mancheranno le sorprese per i più piccoli, protagonisti della festa in piazza, soprattutto quando fioccherà la neve artificiale e lo scenario diventerà incantato. Ma l’abbraccio della “nonnina” dal naso adunco e dalla scopa volante non si limita alla mattina. Tra le sue mirabolanti evoluzioni e giri di fantasia, la Befana farà tappa nel pomeriggio, dalle 17 alle 20, all’interno del “Bastione animato”, il bastione San Giacomo nel quale i bambini potranno esplorare il mondo dei gonfiabili e sapere qualcosa di più di questa buffa signora, brutta come una strega ma buona come una fata, che scende dal cielo a cavallo di una scopa.

L’altro importante appuntamento è riservato alla comunità ortodossa, presente e viva a Brindisi con le sue tradizioni, ed aperta a chiunque voglia partecipare per conoscere, apprendere e capire il mondo della cristianità. Il 6 gennaio si ricorda il Battesimo di Cristo e si benedicono le acque. A Brindisi, in particolare, il mondo ortodosso prevede la benedizione delle acque del porto. Dal 2002 ininterrottamente a cura della Chiesa Ortodossa con il supporto della Comunità Ellenica e le sinergie della Chiesa Cattolica e delle maggiori istituzioni cittadine.

Quest’anno sarà la 15ª edizione di Theofania a Brindisi, quindi della Benedizione Ecumenica delle acque del porto secondo le antiche tradizioni cristiane. Un evento che promuove il dialogo e la reciproca conoscenza tra cattolici ed ortodossi e che propone Brindisi come città internazionale del dialogo inter-religioso per l'unità dei cristiani e la pace nel mondo.

Grande fermento quindi nella parrocchia ortodossa di San Nicola a Brindisi e nella Comunità Ellenica del Grande Salento. L’appuntamento è per il giorno dell’Epifania, sabato 6 gennaio nella chiesa storica di San Nicola in via Indipendenza alle ore 10 dove, dopo la solenne liturgia, ci sarà l’Aghiasmos, seguirà alle ore 11 la benedizione dell’Acqua in Chiesa. Quindi ci sarà la processione dei sacerdoti e dei fedeli dalla Chiesa Ortodossa, attraversando il centro storico della città, per raggiungere il porto interno dove da un palco predisposto dall'Amministrazione comunale il sacerdote ortodosso padre Arsenios benedirà le acque del porto, in presenza del arcivescovo di Brindisi monsignor Domenico Caliandro, immergendo la Croce in acqua tre volte.

Anche quest’anno è previsto il recupero della croce (come la tradizione vuole). Gli ultimi anni il recupero è stato effettuato dal giovanissimo tuffatore Antonio Tedesco, figlio del sub Maurizio Tedesco che dal 2002 si è sempre tuffato il giorno dell’Epifania per il recupero della Croce. Invitate le autorità e rappresentanti civili. Sarà presente il console onorario di Grecia Antonella Mastropaolo, ed il presidente della Comunità Ellenica del Grande Salento-Brindisi, Lecce e Taranto, Ioannis Davilis. Alla fine della cerimonia saranno lanciati al mare dei fiori per commemorare l morti ed i dispersi in mare. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.