Dal Policlinico uno studio sulla diagnosi del tumore con il respiro

  • In BARI
  • sab 18 Febbraio 2017
Dal Policlinico uno studio sulla diagnosi del tumore con il respiro

Il progetto, già attivo in fase sperimentale da due anni, ha prodotto interessanti risultati

BARI - Un gruppo di medici del Policlinico di Bari e di ricercatori del dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, assieme ad alcune aziende del territorio (riunitesi in un “cluster”) avvieranno la sperimentazione per diagnosticare il cancro attraverso il respiro.

Il progetto denominato “Inside the Breath”, grazie al sostegno dei cluster tecnologici dal parte della Regione Puglia, hanno ricevuto le risorse finanziarie necessarie a procedere alla sperimentazione di una ricerca scientifica per la diagnosi precoce dei tumori, propedeutica allo sviluppo di questa tecnologia.

Partendo da una ricerca di base, sempre sviluppata in Puglia con il sostegno della Regione, questo gruppo di lavoro ha iniziato un percorso che, in due anni, sarà in grado di rendere disponibile alla comunità scientifica e alla collettività un’incredibile tecnologia, in grado di diagnosticare attraverso il “soffio” del paziente in una speciale apparecchiatura, un ampio spettro di patologie, a cominciare dai tumori.

Il progetto “Inside the Breath” fa riferimento al respiro umano e al semplice gesto del soffiare dentro una macchina. Le rilevanti novità emerse nei primi due anni di studio saranno presentate alla stampa il 21 febbraio prossimo dal rettore dell’Università degli Studi di Bari Antonio Felice Uricchio, dall’assessore regionale allo Sviluppo economico e all'Industria turistica e culturale Loredana Capone, da Gianluigi De Gennaro del Dipartimento di Biologia e delegato del rettore allo Sviluppo della Creatività, con le relazioni tecniche da parte del dottor Donato Francesco Altomare, direttore dell'Unità operativa di Coloproctologia presso l'UOC di Chirurgia Generale “M. Rubino” dell’Università di Bari.