sab 24 Dicembre 2022

Una raccolta di scarpe usate per realizzare una pista

  • In BAT
  • sab 24 Dicembre 2022
Una raccolta di scarpe usate per realizzare una pista

Si tratterà di quelle da ginnastica per un impianto in una scuola

BARLETTA - Una pista di atletica in una scuola elementare sarà realizzata in materiale riciclato e sarà dedicata al grande corridore Pietro Mennea. E avrà in sé il messaggio di cultura sana in quanto unirà per sempre sport, socialità ed ecologia. L’opera è su iniziativa dell’azienda Base Protection di Barletta, città dove sarà concretizzata grazie ad una raccolta fondi per la realizzazione dell’impianto sportivo.

Si chiamerà “Pista di Pietro”, sarà lunga 60 metri e avrà tre corsie.

Il progetto è stato presentato nella città natale del pluripremiato campione olimpionico di atletica leggera ed accolto dalla comunità economica, scolastica ed amministrativa della città. L’azienda barlettana, leader del settore delle calzature antinfortunistiche e con una forte sensibilità all’ecosostenibilità si è fatta promotrice del progetto esosport “GoGreen” finalizzata a realizzare piste di atletica con materiali derivanti da scarpe da ginnastica a fine ciclo di vita e pneumatici.

Le piste realizzate da GoGreen portano un nome simbolo per Barletta: la pista di Pietro. Il riferimento è al campione olimpico Pietro Mennea. Avendo appreso tutto questo l’azienda pugliese ha deciso di finanziare un fondo per un impianto nella città di Mennea coinvolgendo altre realtà locali e sensibilizzando i suoi partner, offrendo loro l’opportunità di rendersi mecenati del progetto, mettendo all’asta una collezione esclusiva di accessori moda realizzati dai ragazzi del corso serale di “Moda e Artigianato” dell’Ipsia “Archimede”. La dirigente dott.ssa Anna Ventafrida, a sua volta, ha messo a disposizione le attrezzature dell’istituto e concesso ai ragazzi del corso serale di moda, guidati dai docenti Lucia Piccolo e Franco Colamorea, di ideare e creare dieci manufatti unici prodotti con il materiale di scarto derivante dalla lavorazione delle scarpe antinfortunistiche. Saranno poi venduti per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione della pista.

Anche questa sarà una importante esperienza. I ragazzi avranno infatti l’opportunità di vedere nel riciclo un’occasione di lavoro e di espressione creativa tra l’altro legandola alla tutela dell’ambiente.

L’intero progetto è stato accorto con entusiasmo dal sindaco Cosimo Cannito che ha individuato, con l’intera Amministrazione comunale, il luogo ideale per la realizzazione: il cortile della scuola elementare “Giovanni Modugno”.

Sarà l’ennesima occasione per celebrare un atleta e una persona definita “patrimonio culturale della città” ma che da sempre è un grande esempio di cittadino, di sportivo e di persona. L’intero programma prevede due piste simili da installare in due scuole di Roma, quella di Barletta è in più e sarà la prima. La speranza di tutti è che la pista della scuola “Modugno” di Barletta sia utilizzata non solo dai ragazzi che frequenteranno la scuola ma da tutti coloro che desiderano fare atletica, realizzando in parte quello che era proprio il desiderio di Mennea: divulgare lo sport ovunque.

L’opera vede la collaborazione tra privato e pubblico a favore di una intera comunità. Tutti i cittadini potranno infatti partecipare. Nei prossimi mesi in città saranno installati punti di raccolta di scarpe da ginnastica usate. I cittadini saranno invitati a conferirle negli appositi contenitori per contribuire alla realizzazione della “Pista di Pietro” della propria città.


Articoli più letti