Tre scuole pugliesi premiate per progetti innovativi

  • In FOGGIA
  • sab 24 Dicembre 2022
Tre scuole pugliesi premiate per progetti innovativi

Con eTwinning 2022 finalizzato alla collaborazione a distanza e alla didattica progettuale

FOGGIA - Per i progetti innovativi dedicati ai temi dell’inclusione e dell’amicizia tra popoli stranieri, della migrazione e accoglienza, e della connessione tra problemi passati, presenti, futuri con la possibile soluzione, tre scuole pugliesi si sono aggiudicate il premio nazionale eTwinning 2022, parte del Programma Erasmus+ che comprende la più grande community europea di scuole con oltre 1 milione di insegnanti attivi in progetti didattici di collaborazione a distanza e con l’aiuto di una piattaforma elettronica. Ognuno dei progetti ha consentito l’apertura verso una didattica innovativa basata su progettualità, formazione, scambio e la collaborazione, in un contesto multiculturale.

Ad essere premiate sono state le scuole “G. Falcone” di Conversano, nella categoria Infanzia con il progetto “Pezzettino&Co” , “Manzoni-Radice” di Lucera, nella categoria Primaria con “I’ll tell you a journey” e la “Materdona-Moro” di Mesagne, nella categoria Secondaria I grado con “We are all Connected”.

“Pezzettino&Co” è un progetto che ha visto la collaborazione tra la scuola dell’infanzia “G. Falcone” e una turca con l’obiettivo di sviluppare nei bambini sensibilità alla lettura e promuovere momenti di riflessione sui vari personaggi letterati che hanno permesso di affrontare tematiche quali l’inclusione, l’amicizia, l’intelligenza emotiva e la ricerca della propria identità. I bambini hanno avuto modo di ascoltare le storie, interpretarle, giocare coi personaggi, realizzare disegni per rappresentare le loro avventure.

Il progetto “I’ll tell you a journey”, ruota intorno alla metafora del viaggio partendo dalla concreta esperienza di viaggio dei bambini per giungere alle storie di migrazione, di diversità e di accoglienza. Sono state utilizzate risorse educative idonee all’età degli alunni come albi illustrati e materiali didattici reperiti dal sito dell’Unhcr e della Croce Rossa Italiana. Il progetto ha permesso anche l’apertura al territorio da parte delle scuole italiane con l’invito della Croce Rossa a partecipare ad un incontro online per testimoniare il loro impegno nella gestione del fenomeno migratorio.

“We are all connected” ha guidato gli alunni nella produzione di racconti i cui protagonisti sono personaggi storici che viaggiano nel tempo trovando il mondo di oggi in pericolo. Gli alunni hanno indagato le proprie radici culturali, le differenze tra il passato e il presente, e hanno ricercato soluzioni per le future generazioni. Il progetto ha aiutato gli studenti a capire che c’è connessione tra problemi passati, presenti, futuri e che tutti possono contribuire alle soluzioni. Il progetto è stato pienamente integrato nel curricolo scolastico e ha permesso lo sviluppo di un percorso multidisciplinare realizzando attività afferenti la scienza, la geografia e la storia.

Nel concorso nazionale sono stati coinvolti, per la Puglia, 9.166 insegnanti (tanti gli iscritti), mentre i progetti didattici fra scuole sono stati 5.406.


Articoli più letti