Dal 1° maggio via alla stagione balneare in Puglia

  • In BARI
  • sab 30 Aprile 2022
Dal 1° maggio via alla stagione balneare in Puglia

Si parte in anticipo e con la campagna anti-abbandono mozziconi

BARI - Stabilimenti balneari aperti da domenica 1° Maggio, campagna di sensibilizzazione anti-fumo e nuova azione regionale per finanziare interventi per rendere accessibili ai disabili le spiagge libere per tutta l'estate 2022. Sono questi i principali elementi che caratterizzeranno l’estate lungo le coste della Puglia emerse, stamattina, durante il tradizionale confronto sul testo dell’Ordinanza Balneare con istituzioni,  rappresentanti delle imprese balneari e organizzazioni sociali.

Non solo lidi privati aperti ai bagnanti ma pure una campagna anti-fumo sotto gli ombrelloni e soprattutto anti-abbandono mozziconi sugli arenili pugliesi. E’ l’idea voluta dal vicepresidente e assessore regionale al Demanio e Patrimonio, Raffaele Piemontese, d’intesa con il presidente Michele Emiliano, e le associazioni rappresentative degli imprenditori balneari per “sperimentare nell’estate 2022 azioni di contenimento del fumo di sigarette, per rispettare esigenze di salute ormai diffusamente condivise e per giungere, nel 2023, ad avere liberi da sigarette tutti i circa 900 chilometri di costa pugliese”.

Dal 26 aprile, inoltre, è stata aperta la procedura per i 67 Comuni costieri a cui la Regione Puglia destinerà 400 mila euro per finanziare interventi che assicurino alle persone diversamente abili la totale accessibilità e fruibilità delle spiagge libere previste nel Piano Regionale delle Coste.

“È una possibilità che si conferma per la quarta stagione balneare e con cui stiamo moltiplicando presidi di civiltà che consentano davvero a tutti di godere del nostro mare”, ha rimarcato il vicepresidente Piemontese.

Alla riunione dove erano presenti i rappresentanti di associazioni ed enti pubblici quali Asl, Arpa, e il capitano Enrico Cincotti della Direzione Marittima di Bari, Angelo Damato di Apate (Associazione Pugliese Persone Paratetraplegiche onlus) ha sottolineato che “l’operazione di vasta portata sta generando interesse e emulazione nei diversi Comuni a cui chiediamo di cogliere questa storica e straordinaria opportunità che la Regione Puglia sta offrendo per consentirci l’accesso al mare”.


Articoli più letti