Raddoppiato il campo dei Tulipani in Puglia

  • In FOGGIA
  • mar 12 Aprile 2022
Raddoppiato il campo dei Tulipani in Puglia

Tornano a sbocciare i fiori simbolo d’amore

FOGGIA - Un anno fa, per la prima volta, in un vasto campo in agro di Foggia sbocciavano 50mila tulipani. Quest’anno ne sono spuntati 100mila. Per il secondo anno consecutivo, Giuseppe Savino, contadino e ideatore con il fratello Michele del format “Tulipani in Puglia”, ha realizzato il suo sogno: avere un vasto campo di tulipani. Il più grande campo di tulipani in Puglia, dove vivere l’esperienza di raccogliere i propri fiori, fare foto e video indimenticabili e tornare a casa felici e sereni, con quello stato d’animo pieno di vita che solo la natura e i fiori in particolare sanno donare a chi li osserva soltanto.

“Noi un campo di tulipani non lo abbiamo mai visto – ha raccontato Giuseppe Savino - Eppure ora per il secondo anno abbiamo il dono di camminarci dentro. L’idea è stata pensata a giugno dello scorso anno, i bulbi sono stati piantati a novembre, coperto di paglia a fine dicembre, diradato a mano pianta per pianta a febbraio e innaffiato a marzo. Ci vogliono i sacrifici dice nostro padre Antonio per fare le cose, a noi la parola sacrificio non spaventa perché sappiamo che ha dentro la parola Sacro e Facere. Rendere Sacro”.

Ma perché fare tutto questo? Affermano di averlo fatto come servizio al prossimo con “le difficoltà che diventano speranza, i dubbi, certezza che ne abbiamo bisogno. Allora tutto ha un senso”. Lo scorso anno le difficoltà sono state tante: la gelata, il lockdown ma nella difficoltà si è
trovata la forza del dono. Con il progetto dei “Tulipani sospesi” 10.000 tulipani sono stati donati con il supporto di 600 donatori agli Ospedali italiani, alle Rsa grazie all’aiuto dei volontari dell’Associazione dei clown dottori “Il Cuore Foggia” e dei ragazzi di Casa Sankara.
Tante le novità di quest’anno, ai bordi del campo di tulipani è stato costruito un anfiteatro del grano da 150 posti. Chi verrà oltre a raccogliere i fiori, durante il week end, ascolterà musica d’autore grazie alla partnership, voluta dal presidente Saverio Russo e dal direttore
Francesco Montaruli, con il Conservatorio Umberto Giordano di Foggia. Non solo musica ma anche poesia e teatro, ospite speciale sabato 16 aprile il poeta paesologo Franco Arminio che presenterà il suo ultimo libro: “Studi sull’amore” e quale migliore contesto per parlare d’amore con sullo sfondo il fiore emblema dell’amore?

E già perché il tulipano, nel linguaggio dei fiori, è il simbolo dell’amore perfetto e della vita ideale, legati all’antica storia dell’impero Ottomano, l’attuale Turchia, dove è nato per poi essere adottato in Olanda dove è fiore d’eccellenza. Il nome pari derivi dalla parola turca “tullband” che significa turbante. C’è una leggenda legata al fiore. Si racconta che in Persia viveva il giovane Shirin perdutamente innamorato e ricambiato dalla bella Ferhad. Shirin un giorno decise di partire in cerca di fortuna. Ferhad attese giorni, mesi ed anni il suo ritorno, finché non decise di andare a cercarlo, cadde però su pietre affilate e morì. Mentre moriva Ferhad iniziò a piangere perché capì che non avrebbe mai più visto il suo amato Shirin. Le lacrime cadendo si mescolarono al suo sangue e penetrando nel terreno si trasformarono in fiori rossi. Lo stesso fiore, con altre storie, è pure presente ne “Le mille e una notte” e altre leggende olandesi.

Il campo foggiano sarà aperto tutti i giorni in orari programmati sino al 25 aprile 2022 ma si potrà accedere solo su prenotazione tramite il sito web eventbrite Tulipani di Puglia 2022