Fiori e piante davanti alla chiesa di Sant’Antonio Abate

Fiori e piante davanti alla chiesa di Sant’Antonio Abate

Si estende l’iniziativa “Lucera in fiore”

LUCERA - Fiori colorati e profumati abbelliscono, da qualche giorno, l’ingresso della chiesa di Sant’Antonio Abate a Lucera. Il messaggio, attraverso la partecipazione all’iniziativa “Lucera in fiore”, vuole essere quello non solo di dare più decoro alla città foggiana per mezzo della natura, ma soprattutto di amore e pace rispettando l’ambiente.

A realizzare l’iniziativa sono stati i rappresentanti di tre importanti sodalizi lucerini: Lions Club, Rotary Club e Club per l’Unesco di Lucera, per una condivisione possibile. I vasi posti dinanzi all’antico edificio ecclesiastico, da sempre punto di riferimento per i riti della Settimana Santa, abbelliscono un angolo di via Federico II, zona del passeggio pedonale, vicino alla Villa comunale. Tale gesto vuole sottolineare anche l’importanza della coesione nel raggiungere un obiettivo comune.

La chiesa in questione, poi, rappresenta un pezzo di storia di Lucera. La costruzione risale infatti intorno al 1.330 durante il Regno di Roberto d’Angiò. L’edificio, durante i secoli successivi, ha subito diverse modifiche. Caratteristici sono il campanile in stile barocco e la cupola ricoperta esternamente da antichissime maioliche in cui il colore prevalente è il celeste. Entrambi realizzati nel 1648.

A benedire le piantine, il cappellano don Alfonso Tirri, che ha ricordato: “i fiori parlano con la loro bellezza, noi curiamo loro e loro ci curano con la bellezza”. Da qui un’invocazione a proteggere chi custodirà le piante esposte in città aderendo al concorso “Lucera in fiore”, che premia allestimenti di balconi, vetrine, vicoli e terrazzi privati o di attività commerciali.

L’iniziativa comunale porta anche un po’ di luce e serenità in un particolare momento storico triste per tutti, la guerra in Ucraina. I fiori tanto belli quanto delicati hanno bisogno di cura, attenzione e rispetto nel contempo regalano benessere psico-fisico a chi li guarda, oltre a valorizza e far risaltare il bello della città, sia dal punto di vista architettonico che paesaggistico.

Il contest floreale cresce di giorno in giorno con un sempre maggio numero dei partecipanti anche tra le attività commerciali e cittadini che stanno adornando balconi, finestre e davanzali. Tutti i partecipanti stanno facendo a gara, non tanto per ottenere il buono spesa del valore di mille euro, quanto per ottenere il “titolo” di più bella esposizione floreale. Le iscrizioni sono aperte sino al 31 maggio sul sito Lucera in fiore. Da giugno la giuria, composta da tre artisti valuterà le foto e girerà per le strade in cerca della più bella esposizione.