Duecento alberi alla città di Taranto, dono di Gassman

Duecento alberi alla città di Taranto, dono di Gassman

Parte del ricavato del libro arricchirà il verde della città pugliese

TARANTO - Sarà pure una campagna pubblicitaria editoriale ma l’idea di Alessandro Gassman, legata al libro autobiografico, di regalare alla città inquinata di Taranto 200 alberi piace ed è gradita. L’iniziativa è ben accolta sia all’ex sindaco della città ionica, Rinaldo Melucci, sia al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Entrambi hanno voluto ringraziare pubblicamente l’attore e regista romano per l’importante dono.

«E’ una carezza alla città – ha commentato Melucci – che ha bisogno di gesti concreti. Grazie, Alessandro, per aver scelto Taranto dopo la “tua” Roma: la nostra terra saprà accoglierti come un fratello». L’iniziativa editoriale, intitolata “Io e i Green Heroes”, curata dal tarantino Lorenzo Laporta, ed in cui l’attore e regista, figlio di Vittorio Gassman, racconta la sua vita e la battaglia per salvare il pianeta, convinto che sia possibile salvare il pianeta con l’aiuto di “eroi” dediti all’ecologia e che usano la sostenibilità. Racconta la vita personale, gli studi interrotti alla facoltà di Agraria, e quel “filo verde” che lo ha sempre accompagnato: la sensibilità ecologica. Dal libro è nata l’iniziativa, con il supporto scientifico del Kyoto Club e soprattutto dell’ingegnere Annalisa Corrado responsabile di un’azienda che abbatte la produzione di anidride carbonica, dedicata agli “eroi verdi” raccontati con le iniziative sposate dagli imprenditori innovativi e coraggiosi che attraverso pratiche sostenibili rolex kopior diffondono l’economia circolare, quella dell’antispreco. Idee diventate startup. Tra queste c’è pure una di Melpignano. Il compito di piantare e curare i 200 alberi a Taranto è stato affidato all’associazione cittadina di volontariato penitenziario “Noi & Voi Onlus”, con l’aiuto dei detenuti della casa circondariale “Carmelo Magli”.

Anche il presidente Emiliano ha voluto esprime i ringraziamenti, personali e a nome di tutta la Puglia, all’artista, legato alla nostra terra, «che ha deciso di investire parte del ricavato del suo progetto editoriale nel nostro sogno comune di rilanciare e riqualificare una città straordinaria come Taranto. Non è solo un atto di estrema generosità ma un gesto simbolico per prendersi cura di un luogo, di una comunità, delle persone, del paesaggio e dell’ambiente circostante».

Il gesto va ben oltre la piantumazione. E’ infatti un modo per diffondere il tema dell’ecologia, della tutela dell’ambiente, della salute e del lavoro irrinunciabili per il futuro di tutti, non solo Taranto.

Gassman sarà a Taranto, per presentare libro e iniziativa, il 25 marzo 2022 nella Casa Circondariale di Taranto. Il giorno dopo, 26 marzo, sarà invece a Bari per partecipare al Bifest.replica citizen