Sul podio Nardella e Vetturi tra i cadetti e Lattanzio ai master

  • In FOGGIA
  • dom 16 Maggio 2021
Sul podio Nardella e Vetturi tra i cadetti e Lattanzio ai master
Il podio della sciabola maschile cadetti

La scherma pugliese vince con i campioni di San Severo, Trani e Foggia

SAN SEVERO - Due medaglie di bronzo e una d’argento per la scherma pugliese ai Campionati Italiani Cadetti e Giovani a Riccione nelle gare maschili e alla nazionale Master disputata a Terni per la sezione femminile. Sul podio sono saliti Gabriele Vetturi di Trani, Emanuele Nardella di San Severo e Maria Grazia Lattanzio di Foggia. Nella prima giornata di gare è Vetturi della Scherma Trani, dove è seguito dalla maestra Ramona Cataleta, a conquistare il primo podio. E’ riuscito, nei quarti di finale a battere, nella sciabola maschile cadetti, Antonio Aruta (Champ Napoli) col il punteggio di 15-12 ma in semifinale si è arreso all’ultima stoccata nei confronti dell’altro atleta napoletano Alfredo Sibillo.

Nella seconda giornata di gare a Riccione, il secondo posto per il sanseverese Emanuele Nardella, 19 anni, in forza al Centro Sportivo Esercito, nella sciabola Under 20. In semifinale ha avuto la meglio su Salvatore Pugliese del Circolo Schermistico Mazarese per 15-9, mentre in finale dove ha ritrovato Pietro Torre delle Fiamme Oro in una sorta di remake della finale di sciabola Cadetti ai Campionati Europei Foggia2019. Stavolta però, a differenza di allora, la vittoria è andata a Torre col punteggio di 15-7. Ora si prepara ai Campionati Italiani Assoluti di Cassino.

La foggiana 54enne Lattanzio, del Daunia Fencing Club, sale sul terzo gradino del podio nella finale nazionale master del fioretto femminile categoria 2. Alla prima prova nazionale Master, disputata a Terni, hanno preso parte centinaia di atleti alle sei armi. Lattanzio ha conquistato il podio nel fioretto femminile Over 50 battendo per 10-5 nei quarti di finale la quotata fiorettista campana Gianna Della Corte (Giannone Caserta) poi si è arresa in semifinale col punteggio di 10-3 ad Elena Benucci del Circolo della Scherma Terni.replica watches australia