Isole ecologiche nei punti dove vengono abbandonati i rifiuti

Isole ecologiche nei punti dove vengono abbandonati i rifiuti

Un'idea per garantire pulizia e igiene in ogni angolo della città

BRINDISI - Otto isole ecologiche amovibili in altrettanti punti della litoranea e della periferia dove solitamente ignoti abbandonano rifiuti in maniera illecita e sconsiderata. E’ la scelta strategica del Comune di Brindisi per invitare tutti i cittadini, anche i più trasgressori, non solo a differenziare i rifiuti e quindi a dividerli tra plastica, vetro, cartone e quant’altro ma pure a mantenere ogni angolo della città pulita. Nessuno avrà più scuse per non rispettare l’igiene e le leggi, per poter gettare i rifiuti negli appositi cassonetti senza inquinare e deturpare nessun luogo.

Tre eco-isole ecologiche, non fisse, sono state installate in questi giorni a nord di Brindisi in corrispondenza di contrada Giancola, in prossimità dello svincolo per San Vito Scalo, ed a sud sulla litoranea verso Cerano.

Le altre saranno dislocate in modo più uniforme e razionale per garantire una completa copertura del territorio e rendere a chiunque più agevole il raggiungimento dei cassonetti per la differenziata. “L’impegno dell’amministrazione – ha ricordato l’assessore all’Igiene pubblica, Massimo Vitali - per agevolare la raccolta differenziata e tenere pulita la città prosegue con massimo impegno. Questo ulteriore strumento è importante e sarà implementato in futuro. L’obiettivo deve essere però condiviso dai cittadini ai quali chiedo la massima collaborazione”.