A Pasquetta concerto gratis in streaming dedicato ai Beatles

  • In BARI
  • ven 02 Aprile 2021
A Pasquetta concerto gratis in streaming dedicato ai Beatles
Renato Ciardo e i The Quarrymen

L’Orchestra sinfonica Metropolitana accompagnerà Renato Ciaro e “The Quarrymen”

BARI - Un tributo ai mitici Beatles sarà offerto, gratuitamente e in diretta streaming, il 5 aprile 2021, giorno di Pasquetta dall’Orchestra sinfonica metropolitana, insieme ad ospiti speciali quali Renato Ciardo e i suoi “The Quarrymen”, la tribute band più apprezzata a livello nazionale, e la partecipazione di Nicolò Pantaleo. A dirigere l’orchestra ci sarà il maestro e arrangiatore Vito Andrea Morra.
replika órák L’appuntamento con lo spettacolo intitolato “Beatles in symphony” è alle ore 20, sulla pagina social della Città metropolitana di Bari https://www.facebook.com/cittametropolitanabari/live/. Si tratta di una modalità di esecuzione inedita con i professori dell'Orchestra sinfonica metropolitana che suoneranno “a distanza”, ognuno da casa propria, mentre lo show di Renato Ciardo con i Quarrymen si svolgerà nelle sale della Pinacoteca metropolitana “Giaquinto”.

Si tratta di un esperimento artistico–musicale che vuole valorizzare l’attività due importanti istituzioni culturali della Città metropolitana quali l’Orchestra sinfonica e la Pinacoteca e dare spazio ai talenti pugliesi. E nello stesso tempo offrire un omaggio musicale a quanti, costretti dalla pandemia a restare in casa, vorranno rallegrarsi con un po’ di brani degli anni Sessanta. Il concerto propone sia arrangiamenti in versione orchestrale, curati da Vito Andrea Morra, sia due celebri titoli affidati all’interpretazione della sola cover band barese dei Quarrymen: “Can’t buy me love” e “Hard day’s night”

Tra i brani in versione orchestrale saranno eseguiti: “Hallo goodbye” di Paul McCartney, lanciato come singolo nel Natale del 1967 e “Because” di John Lennon, tratto da “Abbey Road” del 1969. Dal “White Album” del 1968 è tratto invece “While My Guitar Gently Sweeps” scritto da George Harrison, che è anche l’autore di “Something”. Sarà poi la volta di “The Long and Winding Road” che Paul McCartney scrisse nel 1968, “Back in the U.S.S.R.”, “Here Comes the Sun” e, infine, la celebre “Hey Jude” di Paul McCartney.