Si parte con nuovi lavori di restauro nell’ex Convento dei Cappuccini

Si parte con nuovi lavori di restauro nell’ex Convento dei Cappuccini

Il progetto sarà presentato on line per svelare la trasformazione in hub culturale

GROTTAGLIE - L’ex Convento dei Cappuccini di Grottaglie sarà restaurato e diventerà un “hub” un nodo multimediale, nel quale saranno realizzati l’infopoint per la ricezione degli utenti, una reception, un ufficio, uno spazio espositivo, una sala meeting e multimedia, una sala per la promozione di progetti ed una sala lettura. Saranno così finalmente completati i lavori di ristrutturazione e riqualificazione previste con il progetto “F.a.m.e. Road” (Food Art Movement Energy - the Road to Country Experience) che sarà presentato il 19 marzo 2021 con l’evento on line “Rigenerazione urbana – Hub F.a.m.e. Road”.

Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale V/A Grecia-Italia 2014-2020, “Fame Road” vede la collaborazione di cinque partner: per l’Italia il Comune di Gravina in Puglia, lead partner di Progetto, il Comune di Grottaglie e Universus Csei, per la Grecia il Comune di Aigialeia ed E.r.f.c. Il programma avviato dal Comune di Grottaglie, vincitore di un bando per la riqualificazione del centro storico e di alcuni siti di interesse storico e paesaggistico, come l’ex Convento dei Cappuccini (già ristrutturato in una sua prima parte, oggi oggetto di interventi nella seconda ala), si coniuga ora “Fame Road” per una strada con percorso culturale virtuoso tra food, alimentazione consapevole con cibi sani e stagionali; arte per nutrire l’anima attraverso la bellezza; movimento per la crescita umana e territoriale; ed energia per rigenerarsi valorizzando luoghi e ambiente.

Esempio di connubio perfetto tra natura, storia, architettura ed arte, c’è proprio il Convento fondato nel XVI secolo dai padri Cappuccini, l'edificio che storicamente nei secoli ha attraversato diverse vicende, sino a diventare nel XIX secolo un ospizio di mendicità e dal 1925 anche un convitto femminile. La sua posizione è dominante sul paesaggio della gravina del fullonese che attraversa la città. Dopo anni di abbandono, l'antica struttura è ora contenitore culturale che ospita rassegne culturali e mostre d'arte contemporanea. Le sale del secondo piano del Convento ospitano infatti la collezione contemporanea del Museo della Ceramica con le opere premiate nell’ambito del Concorso di Ceramica Mediterranea, istituito nel 1971. Il primo piano raccoglie invece la collezione comunale dedicata ai pittori grottagliesi del Novecento; mentre il piano terra, l’ex chiesa dedicata a Sant’Antonio, è sede di rassegne culturali ed eventi. Vi è inoltre collocata la mostra stabile di ceramica contemporanea, un museo di civiltà rupestre, ed è qui che ha sede la Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche. Inoltre prima del lockdown sono state allestite diverse mostre.

replica Omega Seamaster Il progetto “Fame Road” finanzia il restauro di una parte dell’ex Convento dei Cappuccini che vedrà la realizzazione di uno dei tre hub previsti in ciascuno dei tre comuni partner che rappresenteranno la stretta collaborazione tra economia, ambiente e processi culturali per il racconto della propria identità. Sono infatti di particolare pregio e valore storico-culturale i due hub scelti in Puglia: l’ex Convento di Santa Sofia per Gravina e, appunto, l’ex Convento dei Cappuccini per Grottaglie.

L’evento on line è previsto dalle ore 15 alle ore 19 del 19 marzo, per partecipare è necessaria l’iscrizione attraverso Eventbrite (al link https://tinyurl.com/ybmswzzj) e prevede crediti formativi per ingegneri e architetti.