Vela acrobatica, un barese punta alle Olimpiadi di Tokyo

  • In BARI
  • lun 22 Febbraio 2021
Vela acrobatica, un barese punta alle Olimpiadi di Tokyo
Simone Ferrarese e Gianmarco Togni impegnati in una gara

Gareggerà in coppia con un lombardo, da tempo si allenano con il Circolo della Vela

BARI - Punta alle Olimpiadi in Giappone, il velista barese Simone Ferrarese, 32 anni. Insieme con tanti altri colleghi europei, ed in coppia con il lombardo Gian Marco Togni, tenterà di qualificarsi alle Olimpiadi di Tokyo partecipando, dal 23 al 28 marzo 2021, in rappresentanza del Circolo della Vela Bari, alle qualificazioni europee per gli ultimi sport olimpici in programma a Lanzarote (Spagna). Le gare, per le classi 49er, 49er FX e Nacra 17, si svolgeranno nelle acque dell’Oceano Atlantico. I vincitori conquisteranno il pass per le Olimpiadi in Giappone, rinviate a luglio 2021.

Il velista pugliese, insieme con il collega lombardo, raggiungerà l’isola più nord-orientale delle Isole Canarie, l’arcipelago spagnolo tra i più noti al mondo, per partecipare ad un’altra tra le regate più importanti di sempre. Per l’Italia, per il 49er, ci saranno Ferrarese e Togni (Marina Militare) che hanno trascorso gli ultimi mesi allenandosi 21 giorni al mese a Bari, in condizioni meteo-marine più che favorevoli visto che le temperature hanno consentito loro di rimanere in acqua per diverse ore al giorno. Il Circolo barese ha garantito ai due sportivi del mare tutto il supporto possibile. Supporto che non è mancato nemmeno per altri tre equipaggi, dei cinque primi classificati all’italiano 49er, e che hanno seguito Ferrarese e Togni negli allenamenti a Bari, sempre con base al Circolo della Vela. Con il loro skiff di quasi 5 metri di lunghezza, una imbarcazione spettacolare e veloce, cercheranno di aggiudicarsi un posto per la classe olimpica acrobatica.

Le sfide, per qualificare l’Italia nel 49er, saranno da ora in poi sempre più dure. C’è una qualifica olimpionica da conquistare. E il nostro concittadino, Simone Ferrarese, potrebbe davvero arrivare in alto dato che nel 2019 è stato campione italiano di questa specialità. Simone Ferrarese è da sempre una promessa dello sport, infatti nel 2013, a 25 anni, è entrato nella ranking list mondiale di match race tra i primi 10 campioni con il record pure del più giovane. E’ stato il terzo italiano ad essere classificato tale dopo Paolo Cian (napoletano) e Francesco Bruni (palermitano), ma primo pugliese. Papà barese e mamma leccese, lo hanno sempre spronato in questo sport sin dall’età di quattro anni e lui li ha ripagati con vittorie e titoli prestigiosi come quello del primo italiano a vincere il Campionato Europe assoluto match race nel 2013. Anno fortunato, questo, che gli ha consentito pure di vincere il titolo italiano di Velista dall’anno youth. I primi riconoscimenti sono arrivati nelle classi giovanili, poi sono arrivate le Olimpiadi e la carriera Match Race che gli ha consentito di gareggiare in tutto il mondo. A tutti noi non resta che fare il tifo per i nostri velisti ed in particolare per l’unico pugliese in corsa per l’importante evento sportivo mondiale.