Il professor Boggia del Politecnico tra gli autori del report sul 5G

  • In BARI
  • mar 06 Ottobre 2020
Il professor Boggia del Politecnico tra gli autori del report sul 5G

E’ gratuito e comprensibile da chiunque

BARI - C’è anche un professore del Politecnico di Bari tra i sei autori, di quattro diverse Università italiane, che hanno redatto insieme il documento per fare chiarezza sulla tecnologia 5G. Si tratta dl professor Gennaro Boggia è attualmente professore ordinario in “Telecomunicazioni” presso il Politecnico di Bari, dove insegna, tra l’altro, “Reti di Telecomunicazioni” e “Mobile Radio Networks”.

Con 27 domande e altrettante risposte in “Spieghiamo il 5G”, chiarisce dubbi e perplessità della nuova tecnologia di comunicazione di quinta generazione. Nel documento gli autori spiegano la nuova tecnologia capace di imprimere innovazione e sviluppo al mondo non tralasciando le evidenze scientifiche su campi elettromagnetici, generati dal 5G, ed effetti sulla salute.

Tra gli argomenti trattati oltre a raccontare cos’è il nuovo sistema di comunicazione cellulare di quinta generazione, denominato, 5G, ne spiegano il funzionamento. Il documento di sintesi esplicativo è stato condiviso dalle tre più grandi organizzazioni scientifiche nazionali di settore: il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni; il Gruppo Telecomunicazioni e Tecnologie dell’Informazione; e la Società Italiana di Elettromagnetismo.

Gli autori di “Spieghiamo il 5G”, è stato elaborato oltre dal professor Gennaro Boggia di Bari, anche da altri docenti specializzati nel settore delle telecomunicazioni e sono: Luigi Atzori e Giuseppe Mazzarella dell’Università di Cagliari, Luca Chiaraviglio e Nicola Blefari-Melazzi, dell’Università di Roma “Tor Vergata” e Rita Massa dell’Università di Napoli “Federico II”.
Il report, di 13 pagine, di facile comprensione, recentemente pubblicato sui rispettivi siti delle tre organizzazioni scientifiche, fornisce in 27 domande, e relative risposte, quanto c’è sa sapere sulla nuova tecnologia, in grado di contribuire allo sviluppo di vari settori, alcuni ancora da esplorare: dalla telemedicina alla gestione di impianti industriali a distanza, alla realtà aumentata, ma anche a dissipare timori, perplessità, sulle relazioni o evidenze scientifiche tra campi elettromagnetici generati dal 5G ed effetti sulla salute. Il documento completo, pubblicato dal Gruppo Telecomunicazioni e Tecnologie dell'Informazione (Gtti) può essere letto da tutti, è gratis ed è pubblicato sul sito web Gtti.

Il professor Boggia, nella sua lungimirante carriera, ha scritto più di 150 articoli scientifici e circa 3.900 citazioni totali (fonte Scopus). Ha numerose esperienze di coordinamento di unità di ricerca nell’ambito di progetti di ricerca europei e nazionali. I suoi interessi scientifici includono tra gli altri i campi della sicurezza nelle reti, delle reti wireless e cellulari, dell’IoT. È Associate Editor per le riviste Ieee Commun. Mag., Ett Wiley, Wireless Net. J. Springer. Ricopre il ruolo di delegato del rettore per le Telecomunicazioni del Politecnico di Bari ed è membro della giunta del gruppo Gtti che riunisce tutti i docenti di Telecomunicazioni italiani.


Articoli più letti