Presentata la start up per il turismo di Capitanata

  • In FOGGIA
  • ven 04 Settembre 2020
Presentata la start up per il turismo di Capitanata
FOGGIA Da sinistra Enza delli Carri, Paolo delli Carri e Bianca Iafelice

Nata dall’idea di tre giovani professionisti, è una novità assoluta

FOGGIA - Audioguide in tre lingue, schede descrittive dei monumenti, contatti con guide abilitate per tour turistici ed elenco di aziende locali sono le caratteristiche di un’app che contribuirà a promuovere e far crescere il turismo a Foggia e provincia. L’applicazione che unisce tecnologia e arte, presentata nella sede di via Dante Alighieri a Foggia, in realtà è molto di più. Perché fa parte di una srl, “Trawellit”, ed è una start up vincitrice del bando regionale Pin-Pugliesi innovativi.

Ad ideare l’eccezionale novità in terra di Capitanata sono stati tre giovani professionisti, tutti foggiani. Sono Paolo delli Carri, Bianca Iafelice e Enza delli Carri. Uno storico dell’arte e guida turistica, un’esperta di marketing e mercati dell’arte e una laureanda in giurisprudenza, pronti a mettersi in gioco, rispondendo alle esigenze dei turisti con le armi necessarie oggi: professionalità e tecnologia.

Innovazione e promozione sono il mantra di Trawellit, progetto in cui i tre fondatori credono molto perché offre molto e rappresenta la nuova frontiera della promozione turistica della Puglia con l’organizzazione e l’offerta di visite guidate, gadget turistici, app e servizi digitali per la promozione culturale. 

La start up innovativa, nata a marzo 2020, premiata e finanziata dalla Regione Puglia, ha lo scopo di far conoscere le bellezze della Puglia attraverso la voce di guide turistiche abilitate e innovare il settore culturale con l’aiuto di internet, dei social e di applicazioni per smartphone con tutti i servizi necessari al turista. L’app gratuita Trawellit, per iOS e Android, accompagna il turista con audioguide in tre lingue (inglese, francese e italiano), schede descrittive delle opere contenute nei beni culturali, ma prevede anche la possibilità di contattare guide abilitate e aziende locali attraverso tour mirati. Prevista anche una sezione per i più piccoli che stimolerà loro la creatività con il disegno.

Il territorio viene promosso con racconti quotidiani sui social più diffusi, sul blog e con eventi particolari. La start up, che già opera localmente avvalendosi di un team già selezionato di guide, è aperta alla creazione di reti di collaborazione sia a chi ha voglia di promuovere il territorio sia alle guide turistiche abilitate che possono candidarsi tramite il portale Trawellit.