Partito il ciclo-tour di 400 km per i tumori cerebrali nei bambini

  • In FOGGIA
  • gio 27 Agosto 2020
Partito il ciclo-tour di 400 km per i tumori cerebrali nei bambini

Dieci tappe dal Gargano al Salento per raccogliere fondi per la ricerca

VIESTE - E’ partito il 25 agosto 2020 da Vieste e continuerà sino al 3 settembre per concludersi con l’arrivo a Lecce il percorso in bicicletta lungo 400 chilometri il ciclotour della Puglia HEALiade – Ride4Hope. A compierlo saranno Simone De Biase e Andrea Gentile per un viaggio epico con finalità benefica in favore della ricerca sui tumori cerebrali in età pediatrica.

Con forza e coraggio nelle gambe, nei polsi e nel cervello promuoverà la raccolta fondi “Adotta un Km per la ricerca” ospitata su la “Rete del dono” a sostegno della campagna voluta da Fondazione Heal per lo sviluppo di un programma di Neuro-riabilitazione post Operatoria allo scopo di raccogliere 100mila euro con l’aiuto di tantissimi testimonial che, durante il viaggio interverranno a sostegno della missione. Dieci le tappe, da Vieste a Lecce, per un progetto sostenuto da Gillette e Tap-In con la collaborazione di KeepON Live e XO La Factory, per sensibilizzare e stimolare azioni solidali a sostegno della ricerca in campo neuro-oncologico pediatrico ed assicurare cure concrete dei tumori cerebrali infantili che, pur essendo patologie rare, rappresentano i tumori solidi più frequenti in età pediatrica.

HEALiade/Ride4Hope segna un momento importante nel panorama delle attività solidali che caratterizzano l’estate 2020 della Fondazione Heal. Tutto è finalizzato alla raccolta di fondi per la ricerca neuro-oncologico pediatrico, un percorso green e sostenibile in bicicletta lungo le bellissime terre pugliesi che partito dal Gargano, da Vieste, arriverà in Salento, a Lecce, facendo tappa nelle città di Manfredonia, Barletta, Molfetta, Bari, Santeramo in Colle, Polignano a Mare, Ostuni, Brindisi. I fondi raccolti durante questo viaggio su dure ruote saranno interamente destinati allo sviluppo di un programma di Neuroriabilitazione post operatoria.

L’iniziativa è nata da due papà che condividono uno stesso dolore, la perdita di un figlio, poi diventati amici e che attraverso la condivisione e l’elaborazione di una profonda esperienza del dolore, hanno trasformato in energia propulsiva, positiva e generosa per il futuro e la speranza di un futuro possibile per tanti bimbi colpiti da questo male.

La Fondazione Heal ha sede a Roma ed è nata dall’impegno di famiglie legate da una profonda esperienza del dolore che si è tramutata, nel corso degli anni, in una diretta ed immediata azione a sostegno di progetti di ricerca in campo neuro-oncologico pediatrico.