'La Terrazza' ospita disabili in sicurezza

  • In LECCE
  • lun 27 Luglio 2020
'La Terrazza' ospita disabili in sicurezza

Riaperta la stagione balneare seppur con restrizioni

MELENDUGNO - Tornano tutti con occhi e volti sorridenti, e soprattutto certi che, ancora una volta, per loro sarà vera vacanza con la possibilità di fare un bagno in mare e di essere accolti a braccia aperte e calorosamente dai volontari di varie forze dell'ordine fra cui gli agenti di Polizia ed operatori. Accade a San Foca, marina di Melendugno, a "La Terrazza", la spiaggia a misura di disabili gravi. Quella dell'estate 2020 è la sesta edizione.

Quella di quest’anno è una vacanza che ha una valenza ancor più forte dopo l’isolamento per la pandemia perché molti malati sono stati costretti a restare chiusi in casa, senza mai uscire, per interi mesi.

A causa delle disposizioni nazionale e regionali contro il covid19, la Terrazza 2020 ha riaperto con modalità differenti rispetto al consueto: prenotazione obbligatoria, ingresso a turni, ausili a disposizione e senza servizio di accompagnamento in acqua, rispetto delle norme di distanziamento.

L’emergenza pandemia da coronavirus ha condizionato globalmente l’avvio della stagione balneare 2020 e l’iniziativa La Terrazza “Tutti al mare” non fa eccezione. Il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da Sla, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità motorie, è avvenuto il 1° luglio. La struttura, realizzata dall’associazione salentina 2HE nell’ambito del progetto solidale nazionale “Io Posso” su un tratto di spiaggia libera della marina di San Foca di Melendugno (Bandiera Blu e 5 Vele di Legambiente e Touring Club), ha riaperto i battenti con un po’ di ritardo rispetto al consueto avvio del 15 giugno e con modalità differenti ma con lo stesso intento di sempre: rendere il mare accessibile - gratuitamente - a tutti.

“Seppur con servizi ridotti all’essenziale, non abbiamo voluto rinunciare all’apertura della Terrazza, anche per rispondere alle tante prenotazione da tutta Italia che non hanno mai smesso di arrivare, anche durante il lockdown - dice Giorgia Rollo, presidente di 2HE - È stato un periodo particolarmente difficile per tutti. Pensate a chi ha dovuto sopportare isolamento e malattia. Adesso che pian piano si riparte, il mare diventa per molti davvero l’unico luogo di libertà. Siamo stati costretti a fare una scelta: saltare a piè pari la stagione o puntare ad un’apertura con modalità differenti? Non è semplice per noi rinunciare all’idea di assistenza e condivisione che caratterizza la nostra Terrazza, come ben sa chi ci conosce. Lo abbiamo immaginato da sempre come luogo di contatto fisico e abbracci, per salutare, sollevare, aiutare. Quest’anno ci saremo comunque, con i giusti sguardi e sorrisi”. 

Ci sono meno postazioni, 8 invece delle 13, per garantire il corretto distanziamento, inoltre per l’accompagnamento in mare è necessario che gli ospiti porti i propri accompagnatori, mentre gli ausili e le indicazioni per farlo in sicurezza sono sempre garantiti dal personale locale. Delle 8 postazioni sei sono standard con ombrelloni e sono riservate ad ospitare persone con disabilità motoria e i loro accompagnatori (fino ad un massimo di 3 accompagnatori) e 2 speciali con gazebo riservate ad ospitare persone con disabilità motoria totale (tetraplegia) e/o con esiti da malattie neurodegenerative (come Sla e affini) e i loro accompagnatori (fino ad un massimo di 4 accompagnatori). La struttura è dotata di 12 ausili per l’ingresso in acqua, di 5 tipologie differenti, adatti a conformazioni fisiche diverse. Quest’anno, poi, nuovi ampi box accolgono la reception, i due bagni accessibili con doccia e acqua calda riservati agli ospiti e l’infermeria. Tutti gli spazi e gli ausili vengono trattati seguendo le indicazioni sanitarie per l’igienizzazione.

A presidio della struttura, durante gli orari di apertura è sempre presente personale di coordinamento e gestione.  Grazie ad un protocollo d’intesa con la Polizia di Stato, anche quest’anno sono gli atleti delle Fiamme Oro Salvamento e gli agenti della Squadra Nautica della Questura di Lecce a svolgere servizio di assistenza bagnanti per garantire la completa sicurezza degli ospiti (funzionale comunque al mero salvataggio di persone in condizioni di pericolo e al relativo primo soccorso, visto che è responsabilità del fruitore della struttura accedere al mare in totale sicurezza).

La struttura sarà aperta dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 19, tutti i giorni sino al 15 settembre 2020, gli ospiti si alterneranno per turni. La prenotazione è obbligatoria e avviene unicamente via telefono, chiamando il numero 366.1810331 mentre all'indirizzo email terrazza@ioposso.eu si possono richiedere informazioni e ogni altra comunicazione. Tutti i servizi erogati da La Terrazza “Tutti al mare!” sono gratuiti. Il regolamento completo per la stagione 2020 è disponibile anche sul portale web di Io Posso.