Per la prima volta un neuronavigatore guidato in Neurochirurgia

Per la prima volta un neuronavigatore guidato in Neurochirurgia

Al Ss. Annunziata primo intervento di biopsia con tale tecnologia in Puglia, a paziente sveglio

TARANTO - La tecnologia robotica è venuta, ancora una volta, in aiuto alla medicina. In particolare all’ospedale Ss. Annunziata di Taranto dove l’equipe chirurgica della Neurochirurgia ha potuto eseguire una biopsia cerebrale ad un paziente completamente sveglio.

E’ la prima volta che un intervento di questo tipo, con questa tecnologia, viene eseguito in Puglia, e una delle prime volte in Italia su paziente adulto. L’utilizzo di questa nuova tecnologia ha permesso all’equipe chirurgica, costituita dal direttore dell’Unità operativa della Neurochirurgia, dottor Giovanni Battista Costella e dal dottor Nicola Zelletta, e all’equipe anestesiologica, costituita dai dottori Angelo Ciccarese e Francesco Carrieri, di robotizzare la manovra di allineamento alla traiettoria pianificata pre-operatoriamente su un neuronavigatore Stealth Station di ultima generazione, già in dotazione alla Neurochirurgia.

Chiamata Stealth Autoguide, il sistema tecnologico consente l’allineamento, tramite un robot, al piano chirurgico per consentire di seguire scrupolosamente la traiettoria chirurgica pianificata in precedenza in modo da evitare di ledere vasi sanguigni e strutture cerebrali e permettendo di raggiungere la lesione, cioè il target, con una precisione submillimetrica. Oltre alla precisione e a ridurre i rischi, tale metodica robotica prevede dimensioni ridottissime del foro di accesso craniotomico, del diametro di circa 3 mm.

In pratica l’ago per la biopsia viene fatto penetrare in un piccolo foro del cranico ad una profondità precisa e senza errori. Quindi si preleva un piccolo pezzo di tessuto sospetto per sottoporlo alle analisi del caso per poi decidere come proseguire con la terapia. Sarà infatti la biopsia a stabilire se si tratta di un tumore, un’infezione, una infiammazione o altro disturbo.

“Ancora una volta la Neurochirurgia del SS. Annunziata di Taranto offre alta tecnologia ai suoi pazienti e si pone in una posizione di rilievo nel panorama nazionale - ha affermato il direttore generale dell’Asl Taranto, Stefano Rossi - La tecnica utilizzata successo è una tecnica di avanguardia, ad oggi eseguita esclusivamente nei centri chirurgici d’eccellenza da chirurghi di grande esperienza. Questo ci rende particolarmente fieri e ottimisti in relazione al continuo miglioramento della nostra Azienda, consapevoli che presso le nostre strutture si eseguono procedure altamente innovative”.