Due dj baresi 'attraggono' Bob Sinclair

  • In BARI
  • gio 02 Luglio 2020
Due dj baresi 'attraggono' Bob Sinclair

Si tratta di Lopez di Trani e Fennel di Bari noti con i brani di genere house afro-latino

BARI - Due dj baresi sono giunti all’attenzione del disc jockey francese Bob Sinclair, noto a livelli internazionali e resosi famoso, a livello popolare, nel 2011 con il remix “Far l’amore” scritto da Gianni Boncompagni e Daniele Pace e portato al successo nel 1979 con il titolo “A far l’amore comincia tu” da Raffaella Carrà.

Roberto Lopez di Trani e Antony Fennel, nome d’arte di Antonio Finocchio, di Bari da tempo hanno costituito il duo “Dual Beat” e sono famosi nel settore discografico per aver prodotto dischi dalle sonorità etnica e tribale, facendo confluire altri noti colleghi come Martin Solveig, Dj Gregory e David Guetta. Le loro sonorità particolari sono soprattutto note ai frequentatori di discoteche.

Il trio di dj Sinclair-Fennel-Lopez pubblicherà il brano “Deja que llora”, composto dal duo barese, che riprende una celebre canzone della cantante colombiana Etelvina Maldonado, una delle artiste più autorevoli del fandango. Il brano, su etichetta Africanism, del dj francese Christophe Le Friant, in arte Bob Sinclar, sarà pubblicato il 31 luglio 2020.

Roberto Lopez, ventenne, e Antony Fennel, 35enne, qualche hanno fa erano rispettivamente allievo e maestro. Hanno condiviso diverse esperienze diventando dapprima amici e poi soci per fare musica insieme e condividere le esperienze musicali dando vita al “Dual Beat”. Numerosi i brani già pubblicati su etichette internazionali soprattutto con il genere house e poi afro-latino.

“Noi andiamo sempre alla ricerca di nuove ispirazioni – hanno affermato i Dual Beat – perché, nelle nostre produzioni spesso dal sapore afro-latino, puntiamo a fondere le sonorità house con quelle etniche. Cercando sul web abbiamo scoperto questa cantante tanto apprezzata in Sud America, con una voce molto particolare e abbiamo preso il suo campione per il nostro progetto musicale”.

Africanism è stata fondata da Bob Sinclar nel 2000, come costola della sua più generica Yellow Productions. Con questa ha prodotto dischi dalle sonorità etnica e tribale, facendo confluire altri noti colleghi come Martin Solveig, Dj Gregory e David Guetta. “Edony”, “Tourment D’Amour”, “Zookey”, “Summer Moon” e “Hard”, sono alcuni dei brani pubblicati da questa etichetta francese che hanno fatto la storia della musica da club mondiale.

“Abbiamo lavorato sulla nostra produzione tenendo presente chi l’avrebbe pubblicata. Noi eravamo già in contatto con Sinclar, lo abbiamo conosciuto personalmente in Salento la scorsa estate e abbiamo iniziato a collaborare con lui. Scrivendoci via mail lui ci ha indicato di essere alla ricerca di nuove sonorità afro-house, per Africanism. Così abbiamo unito il nostro progetto alla sua esigenza, adattando il campione a un groove tribale consono all’etichetta. Al primo ascolto si è innamorato del pezzo”.

In effetti il lavoro dei dj baresi è piaciuto al noto artista giramondo al punto che lo ha proposto durante le sue esibizioni in Sud America, prima del lockdown e durante i set realizzati nel suo studio parigino e trasmessi in diretta attraverso i suoi profili social nel periodo di quarantena.

Prodotto, mixato e masterizzato nel Nuovo Overbeat Studio di Cellamare (Bari), “Deja que llora” è un vero e proprio riempi pista, che punta a far ballare i clubbers di tutto il mondo. Sonorità elettroniche house, che profumano di estate si fondono armoniosamente, grazie al particolare talento tecnico dei due baresi, alla voce dell’eccelsa Etelvina Maldonado in un mix di tradizione e modernità che esalta anche il lato socio-culturale del progetto il cui obbiettivo è quello di far conoscere e riscoprire realtà musicali che hanno segnato la storia.