L’Asl di Bari assume 56 tecnici di radiologia

  • In BARI
  • mer 24 Giugno 2020
L’Asl di Bari assume 56 tecnici di radiologia

Si rafforzano così tutte le Radiologie del territorio di Bari

BARI - Dopo l’acquisto e l’installazione di 12 modernissimi mammografi digitali 3D, l’Asl Bari assume 56 tecnici di radiologia medica per rafforzare il servizio, tagliare le lunghe liste di attesa e potenziare gli screening per prevenire sempre più e meglio il tumore che più colpisce la sfera femminile.

L’assunzione a tempo indeterminato di 56 Tecnici di radiologia medica è previsto nel provvedimento firmato dal direttore generale Asl Bari, Antonio Sanguedolce, e dà mandato all’Area Gestione Risorse Umane di procedere all’assunzione delle 56 unità di personale attingendo dalla graduatoria del concorso pubblico (per 8 posti di C.P.S. “Tecnico di Radiologia Medica”) indetto dagli Ospedali Riuniti di Foggia e definito nel febbraio scorso, e valido su tutto il territorio regionale.

I nuovi tecnici di radiologia saranno assegnati alle strutture ospedaliere e territoriali individuate dalla Direzione Sanitaria aziendale. «Si tratta di nuove risorse umane – spiega la direttrice sanitaria Silvana Fornelli – che saranno impiegate in tutte le Radiologie ospedaliere e del territorio, dove saranno fondamentali per assicurare la continuità assistenziale e anche per “accorciare” in modo sostanziale i tempi d’attesa per l’esecuzione di esami diagnostici, assieme all’arrivo di nuovo personale medico». Importante sarà anche l’impiego di una parte di questi tecnici nell’area della prevenzione, con l’assegnazione ai diversi centri screening aziendali gestiti dal Dipartimento di Prevenzione, in particolare per potenziare lo screening senologico, dove è già in atto un programma di sviluppo e aggiornamento tecnologico con l’installazione dei mammografi digitali 3D.

Va avanti spedito, dunque, il programma di assunzioni della Asl Bari. Nei giorni scorsi, infatti, è stata disposta l’assunzione a tempo indeterminato di 70 assistenti sociali, 90 logopedisti e 50 tecnici della riabilitazione psichiatrica da impiegare in distretti e presidi ospedalieri. Nuove professionalità, anche queste, che fanno parte integrante del piano complessivo varato a inizio anno e che ammonta a 470 unità da assumere a tempo indeterminato soltanto nell’area del Comparto.