Novità per rendere più bella e accogliente Taranto

Novità per rendere più bella e accogliente Taranto

Previsti cassonetti ingegnerizzati per i rifiuti e gigantografie con reperti del Museo alle fermate dei bus

TARANTO - Due importanti novità nella città di Taranto previste dal Comune e da Kyma per i trasporti pubblici e la raccolta differenziata dei rifiuti. Mentre le pensiline della fermata dei bus dell’Amat saranno abbelliti con alcune gigantografie dei preziosi reperti custoditi nel Museo Archeologico MarTa, la raccolta differenziata a Taranto si farà in maniera tecnologica con i cassonetti ingegnerizzati nel Borgo e nella Città Vecchia. “Kyma Ambiente – Amiu” ha ricevuto i prototipi dei cassonetti ingegnerizzati che saranno utilizzati per la raccolta differenziata nei due quartieri della città.

Si tratta dei contenitori che sostituiranno gli esistenti, consegnati in anticipo rispetto al piano della fornitura per consentire ai tecnici della società partecipata di effettuare tutti i rilievi utili al loro corretto posizionamento. Saranno dotati di lettore di scheda elettronica che consentirà l’apertura solo ai titolari di utenze Tari che risiedono nei quartieri interessati da questa modalità di raccolta. Si tratta di un passo importante verso il completamento del piano di attuazione del progetto della raccolta differenziata su tutto il territorio comunale, previsto a partire dal 7 settembre 2020 così come annunciato dal sindaco Rinaldo Melucci.

Già da qualche giorno, in corrispondenza delle nuove stazioni d’attesa di “Kyma Mobilità – Amat”, vengono installai i primi 30 pannelli con le immagini dei reperti custoditi all'interno del MarTa. Si tratta di foto digitali che saranno collocate con sostituzione semestrale e saranno corredate di didascalie che inviteranno a prendere visione diretta all'interno del museo del singolo reperto, del quale è indicata l'esatta collocazione (sala e vetrina).