Preso un centro di ascolto per le persone con sclerosi multipla

Preso un centro di ascolto per le persone con sclerosi multipla

Il Comune ha affidato all’Aism dei locali, stessa cosa per un’altra associazione per un centro giovanile

FRANCAVILLA FONTANA - Francavilla Fontana avrà un centro ascolto per le persone con sclerosi multipla. E’ stato previsto dalla delibera di Giunta comunale che ha affidato all’associazione Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) le stanze che hanno ospitato negli scorsi anni l’ufficio di promozione turistica in via Oria, nel complesso che attualmente ospita il Famila, al fine di organizzare e avviare il centro di ascolto.

La sclerosi multipla è una patologia che può esordire ad ogni età della vita, ma è più comunemente diagnosticata nel giovane adulto tra i 20 e i 40 anni. Al mondo ci sono circa 2,5-3 milioni di persone colpite da questa malattia, di cui circa 122.000 in Italia.

“Abbiamo subito sposato la proposta avanzata dall’Associazione italiana sclerosi multipla – dichiara l’assessore ai Servizi Sociali e vice sindaco Maria Passaro – è importantissimo per il territorio avere dei presidi capaci di intercettare le richieste di sostegno e aiuto delle persone che hanno contratto questa malattia e dei loro familiari”.

Sul fronte della gestione degli immobili comunali c’è un’altra importante novità. La Giunta, nelle scorse ore, ha affidato all’Associazione Zarac i locali e le adiacenze dello Skatepark presente nel quartiere San Lorenzo. L’immobile potrà essere occupato al termine delle procedure per l’agibilità della struttura e diventerà un importante centro di aggregazione giovanile.

“In questi anni molti luoghi della nostra città sono stati abbandonati, privando la cittadinanza di opportunità di crescita – dichiara il sindaco Antonello Denuzzo – dopo aver affidato l’ex Laboratorio Urbano alla Croce Rossa, abbiamo dato seguito alla proposta di creazione di un punto ascolto sulla sclerosi multipla e alla creazione di un polo di aggregazione giovanile. Gli immobili inutilizzati comportano comunque uno spreco di risorse economiche, un impoverimento del capitale sociale”.

La rinascita di una città passa anche da una reinterpretazione dei luoghi, il sindaco ne è convinto al punto che annuncia di voler andare avanti su questa strada e di voler rintervenire su altre criticità presenti sul territorio, per esempio individuando una sede adeguata e funzionale per l’Ambito Territoriale di Francavilla Fontana.