Un'app ci dice quando è necessario lavare le mani

  • In FOGGIA
  • gio 11 Giugno 2020
Un'app ci dice quando è necessario lavare le mani

Il progetto è realizzato da cinque giovani baresi ed è patrocinato dall’Università di Foggia

FOGGIA - Per essere sicuri ovunque e in ogni momento di avere le mani pulite e quindi contribuire a contrastare la pandemia da coronavirus, limitare la diffusione del covid-19 ed altri virus, c’è ora una app che aiuta a mantenere le mani pulite.

Si tratta di Soapp, realizzata da 6 giovani innovatori baresi, promossa dal Settore di Igiene del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Foggia e patrocinata dallo stesso Ateneo foggiano.

Le mani sono il ponte levatoio tra noi e il mondo. Contengono la fatica, il calore, il contatto con gli altri e rappresentano il primo contatto con il mondo che ci circonda. Le mani, come abbiamo imparato in questi mesi, sono anche un pericolosissimo ricettacolo di batteri e virus ed è per questo che l’igiene delle mani rappresenta il primo strumento di prevenzione individuale contro la propagazione epidemica. Purtroppo non si è mai certi della pulizia delle stesse proprio perché le utilizziamo in continuazione. A supporto di questi dubbi, è nata l’applicazione con la quale basta impostare l’intervallo orario e la frequenza di tempo per far partire un avviso che ricorda di portare le mani al lavandino, con un tutorial che guida, passo dopo passo, nelle fasi del lavaggio e nei tempi consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).

Il progetto Soapp, ora disponibile negli store, è stato presentato al pubblico il 5 maggio 2020, in occasione della Giornata mondiale per l’igiene delle mani, indetta ogni anno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nell’ambito della campagna "Cure pulite sono cure più sicure". L’applicazione mobile è stata ideata da Fabio Ciniero, Antonio De Feo, Guglielmo Giannini, Vincenzo Lorusso, Leonardo Martinelli e Vincenzo Musolino, sei giovani innovatori baresi, under 30 che dichiarano: “Utilizzare Soapp è uno straordinario gesto verso la comunità, che aiuta a contrastare la diffusione di virus e batteri, proteggendo te e chi ti sta intorno”.

Soapp è stata promossa dal Settore di Igiene del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Unifg e ha ricevuto il patrocinio dell’Università degli Studi di Foggia.

“L’iniziativa si allinea perfettamente alla strategia Unifg volta, sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria covid-19, a diffondere soluzioni e informazioni scientifiche – ha dichiarato il rettore dell’Università di Foggia, Pierpaolo Limone - La promozione di uno stile di vita orientato alla prevenzione è stata, infatti, sempre al centro di tutte le scelte intraprese e condivise con la prof.ssa Rosa Prato, ordinario di Igiene e punto di riferimento per le attività di sorveglianza epidemiologica e controllo dell’Azienda Policlinico “Ospedali Riuniti” e della Asl di Foggia. Su tale orientamento, abbiamo, quindi, accolto immediatamente l’idea di sostenere un’importante ed efficace iniziativa come Soapp”.